• Mondo
  • martedì 7 Agosto 2018

Un giudice brasiliano ha ordinato la chiusura del confine tra Brasile e Venezuela

La misura riguarda solo i cittadini venezuelani ed è stata presa per fermare le centinaia di migranti che ogni giorno entrano in Brasile

Un giudice brasiliano ha ordinato la chiusura temporanea del confine tra Brasile e Venezuela nello stato brasiliano settentrionale di Roraima. La misura, che riguarda solo i cittadini venezuelani, sarà temporanea e rimarrà in vigore fino a che le autorità brasiliane non avranno adottato le misure adeguate per ricevere le centinaia di migranti che ogni giorno superano la frontiera per lasciare la gravissima crisi politica ed economica che sta attraversando il Venezuela. Il confine tra i due paesi, comunque, rimarrà aperto per i cittadini brasiliani e le persone di tutte le altre nazionalità. La misura non è ancora stata applicata dalle autorità brasiliane di frontiera, in attesa di un appello presentato dal governo federale brasiliano.

La più grande crisi migratoria di cui non avete sentito parlare

Negli ultimi due anni e mezzo le persone che hanno lasciato il Venezuela cercando rifugio all’estero sono state centinaia di migliaia, probabilmente più di un milione. Molte di loro sono andate in Colombia e in Brasile, scappando da una crisi umanitaria enorme, dalle dimensioni paragonabili a quella dei profughi siriani.

Profughi venezuelani aspettano di ricevere cibo dai volontari in piazza Simon Bolivar della città brasiliana di Boa Vista, nello stato di Roraima (MAURO PIMENTEL/AFP/Getty Images)