Una parte del Kebnekaise, d'inverno, il 17 marzo 2011 (AFP/Getty Images)
  • Mondo
  • venerdì 3 agosto 2018

Il punto più alto della Svezia si è sciolto e non lo è più

Il ghiacciaio sulla cima meridionale del Kebnekaise si è ritirato a causa del grande caldo, ma in inverno le cose potrebbero tornare come prima

Una parte del Kebnekaise, d'inverno, il 17 marzo 2011 (AFP/Getty Images)

La cima meridionale del Kebnekaise, la montagna più alta della Svezia, non è più il punto più alto del paese: il ghiacciaio che la ricopre si è sciolto al punto da far risultare più alta la cima settentrionale della stessa montagna. Un mese fa la cima meridionale era alta 2.101 metri sul livello del mare, poi il 31 luglio, a causa delle alte temperature che si stanno registrando nel nord dell’Europa in questo periodo, era scesa a 2.097 metri, cioè solo 20 centimetri in più della cima settentrionale: il primo agosto la cima settentrionale è diventata il punto più alto della Svezia.

Il Kebnekaise è in Lapponia, circa 150 chilometri a nord del circolo polare artico e a ovest di Kiruna, la città mineraria nota perché nel 2014 sono cominciati i lavori per spostarla di alcuni chilometri. Nel 1880 l’altezza della cima meridionale della montagna fu misurata per la prima volta: arrivava a 2.123 metri. La sua altezza è sempre variata a seconda della stagione e infatti è probabile che quest’inverno torni a essere il punto più alto della Svezia. Dal 1995 comunque più o meno ogni anno la cima meridionale ha perso almeno un metro di altezza.

A occuparsi delle misure dell’altezza della montagna e di altre osservazioni sull’ambiente circostante è la vicina stazione di ricerca di Tarfala, diretta dalla geografa Gunhild Rosqvist. Rosqvist ha detto al New York Times che alla fine dell’estate la cima meridionale sarà misurata di nuovo per vedere fino a che punto il ghiaccio si sarà sciolto. Quello della cima più alta è comunque solo un simbolo del cambiamento climatico in atto: le conseguenze davvero importanti sono quelle che riguardano la vegetazione e gli animali, ad esempio le renne. A luglio si sono registrate le temperature più alte di sempre in molte parti della Svezia e ci sono stati gravi incendi boschivi.

Un’altra conseguenza, più innocua dello scioglimento della neve e dei ghiacci del Kebnekaise, sarà poi una nuova popolarità della sua cima settentrionale per quanto riguarda le escursioni estive: il soccorso alpino svedese si aspetta che molte più persone vorranno salire sulla cima settentrionale invece che su quella meridionale ora che si sono scambiate il titolo di punto più alto della Svezia.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.