• Mondo
  • venerdì 27 Luglio 2018

In Pakistan ha vinto Imran Khan, ma dovrà formare una coalizione

L'ex campione di cricket, vicino all'esercito e agli estremisti, sarà il prossimo primo ministro

Con più del 95 per cento delle schede scrutinate, si può dire con certezza che le elezioni parlamentari tenute mercoledì in Pakistan siano state vinte dal Movimento per la giustizia del Pakistan (PTI), partito centrista e islamista fondato nel 1996 dall’ex campione di cricket Imran Khan. Secondo i risultati quasi definitivi riportati dal quotidiano Dawn, il PTI ha ottenuto finora 110 seggi, mentre i suoi due principali avversari politici, la Lega musulmana del Pakistan e il Partito popolare pakistano, hanno ottenuto rispettivamente 63 e 42 seggi: devono essere assegnati ancora una ventina di seggi. Imran Khan, considerato molto vicino ai militari e ad alcuni gruppi di islamisti radicali, sarà quindi il prossimo primo ministro pakistano: per governare dovrà formare una coalizione, ma l’ottimo risultato del suo partito dovrebbe permettergli di avere ampio margine di manovra e di allearsi con un numero limitato di forze politiche.

Imran Khan (Tehreek-e-Insaf via AP)