• Mondo
  • mercoledì 18 Luglio 2018

Elon Musk ha chiesto scusa per aver dato del pedofilo a un sub che aveva soccorso i ragazzi in Thailandia

Elon Musk, capo di Tesla e SpaceX, ha chiesto scusa su Twitter per aver dato del pedofilo, senza nessuna prova, a Vernon Unsworth, uno dei sub che hanno contribuito a salvare i 12 ragazzi (e il loro allenatore) intrappolati nella grotta in Thailandia. Musk aveva dato del pedofilo a Unsworth dopo che il sub aveva detto che Musk poteva “infilarsi in quel posto” il mini-sottomarino che aveva progettato e realizzato per provare a far uscire i ragazzi dalla grotta in cui si trovavano da più di due settimane. Commentando un post di Quora che riassume la vicenda del mini-sottomarino, Musk ha scritto:

Come l’ottimo articolo suggerisce, le mie parole sono state dette perché ero arrabbiato con Unsworth per le sue bugie e perché aveva lasciato intendere che praticassi un atto sessuale con il mini-sottomarino, che era stato costruito come gesto di gentilezza, seguendo le indicazioni del capo dei sub [che si occupavano dei soccorsi in Thailandia].

Ciononostante, i suoi comportamenti verso di me non giustificano le mie azioni, e per questo mi scuso con Unsworth e con le società che guido e rappresento. La colpa è mia e solo mia.

Dopo le infondate accuse di Musk, Unsworth aveva detto di stare considerando la possibilità di fargli causa. Al momento non ci sono suoi commenti ai tweet di Musk.

Una squadra di soccorritori all'interno della grotta di Mae Sai, il 30 giugno 2018 (AP Photo/Sakchai Lalit)