• Mondo
  • mercoledì 18 luglio 2018

Il miglior posto per sciare in Lesotho

E anche l'unico: la pista lunga un chilometro di Afriski, uno dei tre complessi sciistici africani che si trovano sotto l'Equatore

Il resort sciistico Afriski sui monti Maloti, Lesotho, 11 luglio 2018 (MARCO LONGARI/AFP/Getty Images)

In Africa si può sciare. In varie località del Marocco e dell’Algeria, ma anche molto più a sud dell’Equatore. Sui monti dei Draghi, una catena montuosa che si trova nel centro-est del Sudafrica e raggiunge i 3.482 metri di altitudine, ci sono due complessi sciistici. Uno è in Lesotho, un piccolo paese interamente contenuto all’interno del Sudafrica, e si chiama Afriski. Il fotografo di Agence France Presse Marco Longari lo ha visitato la settimana scorsa: è composto di un’unica pista, lunga un chilometro, e ha anche un unico impianto di risalita, uno skilift da due, ad ancora.

Più dell’80 per cento della superficie del Lesotho è al di sopra di 1.800 metri sul livello del mare. Questo significa in pratica che il Lesotho è tutto montuoso e che, soprattutto durante l’inverno africano, cioè in questo periodo dell’anno, fa molto freddo. Afriski si trova a 3.200 metri sul livello del mare. Non nevica di frequente però, quindi si usa la neve artificiale prodotta dai cannoni sparaneve per poter sciare. La pista di Afriski per questo si presenta spesso come una lunga striscia bianca in un panorama marroncino senz’alberi.

L’altro complesso sciistico dei monti dei Draghi si chiama Tiffindell e si trova in Sudafrica, a 2.720 metri di altitudine. Ha due piste: una rossa (di difficoltà media, nella classificazione sciistica) e una blu (facile), oltre a uno spazio per principianti. Come impianto di risalita ha a sua volta uno skilift. Il più grande complesso sciistico africano invece è quello di Oukaïmeden, sulla catena montuosa dell’Atlante, in Marocco: ha una seggiovia, sei skilift e dieci chilometri di piste.

Mostra commenti ( )