È morto Richard Swift, ex batterista degli Shins

Il musicista statunitense Richard Swift, ex batterista degli Shins e bassista in tour dei Black Keys, è morto martedì 3 luglio; aveva 41 anni. La notizia è stata confermata con un post sulla sua pagina ufficiale di Facebook. Il mese scorso era stato ricoverato in un ospedale di Tacoma, Washington, in condizioni di salute gravi ma senza che venisse specificata la causa.

And all the angels sing"Que Sera Sera"Richard Ochoa SwiftMarch 16, 1977 – July 3, 2018

Gepostet von Richard Swift am Dienstag, 3. Juli 2018

Swift era nato in California il 16 marzo del 1977 in una famiglia di musicisti quaccheri e aveva iniziato a suonare ed esibirsi in chiesa sin da piccolo. Nel 2001 intraprese una carriera solista e poi divenne famoso soprattutto come batterista del gruppo indie-rock The Shins dal 2011 al 2016, e poi come bassista dei Black Keys dal 2014. Suonò molti strumenti diversi, fu cantante, compositore, produttore e regista di cortometraggi.

Il suo compagno Dan Auerbach dei Black Keys lo ha ricordato su Instagram così: «Oggi il mondo ha perso uno dei musicisti più talentuosi che conosco».

Richard Swift sul palco con gli Shins al Festival di Coachella, Indio, California, 2012 (Kevin Winter/Getty Images for Coachella)