• Mondo
  • lunedì 2 Luglio 2018

Dieci soldati del Niger sono morti e altri quattro risultano dispersi dopo un attacco avvenuto nel sud-est del paese attribuito a Boko Haram

Dieci soldati del Niger sono morti e altri quattro risultano dispersi dopo un attacco avvenuto contro una postazione militare nel sud-est del Niger, al confine con la Nigeria, attribuito al gruppo jihadista Boko Haram. Lo ha fatto sapere il ministero della Difesa: «Abbiamo un bilancio provvisorio di dieci morti, quattro dispersi e tre feriti», ha dichiarato all’AFP il colonnello Abdul-Aziz Touré. Ha detto che l’attacco è avvenuto a Bla Brin, un villaggio non lontano dal lago Ciad, a circa 40 chilometri dalla città di N’Guigmi.

L’ultimo attacco attribuito a Boko Haram risale all’inizio di giugno, quando tre kamikaze si erano fatti esplodere in diverse parti della città di Diffa, capoluogo del dipartimento e della regione omonimi del Niger, uccidendo almeno dieci persone. Alla fine di aprile, il governo del Niger aveva annunciato un’operazione militare nella zona del lago Ciad sui confini di Ciad, Camerun, Niger e Nigeria per liberare l’area dai militanti di Boko Haram.