• Italia
  • mercoledì 27 giugno 2018

È stato firmato l’accordo sindacale per i lavoratori Embraco: passeranno a una nuova azienda

Dopo un lungo e complesso confronto sindacale durato mesi, è stato firmato l’accordo per il riavvio delle attività industriali nello stabilimento Embraco di Riva di Chieri, in provincia di Torino. All’azienda produttrice di compressori per frigoriferi, per i marchi del gruppo Whirlpool, subentrerà Ventures, società di proprietà cinese e israeliana specializzata nella produzione di sistemi automatici per la pulizia dei pannelli fotovoltaici e di dispositivi per la depurazione dell’acqua. I 417 lavoratori che rischiavano di perdere il posto di lavoro in seguito alla chiusura dell’Embraco saranno assorbiti dalla nuova società e manterranno le stesse condizioni di contratto e di stipendio. Embraco si è inoltre impegnata a corrispondere il loro tfr insieme a un bonus economico. Ventures richiederà un periodo di cassa integrazione straordinaria nella fase di conversione dello stabilimento con l’obiettivo di avviare la produzione nel 2019 con un primo gruppo di operai. La vicenda Embraco era stata seguita con grande attenzione dall’ex ministro dello Sviluppo economico Carlo Calenda, durante il precedente governo Gentiloni.

(ANSA/ ALESSANDRO DI MARCO)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.