• Mondo
  • sabato 23 Giugno 2018

Il capo della comunicazione di Netflix è stato licenziato per aver usato un’espressione razzista

Il capo della comunicazione di Netflix – Jonathan Friedland – è stato licenziato per aver usato un’espressione razzista in almeno due occasioni. La notizia del licenziamento è stata data ai dipendenti di Netflix dal CEO della società Reed Hastings con una lettera ottenuta e pubblicata da Hollywood Reporter. Nella lettera Hastings dice che Friedland aveva usato in almeno due circostanze un’espressione connotata in modo razzista nei confronti delle persone afroamericane.

(Pascal Le Segretain/Getty Images)
TAG: