ANSA/ALESSANDRO DI MARCO
  • Italia
  • giovedì 21 giugno 2018

Gli scioperi dei mezzi pubblici di Torino e Napoli di venerdì 22 giugno

Riguardano il trasporto pubblico di GTT a Torino e quello di ANM e EAV a Napoli

ANSA/ALESSANDRO DI MARCO

Sono in programma per venerdì 22 giugno diversi scioperi dei mezzi pubblici gestiti da GTT a Torino e da ANM e EAV a Napoli. A Torino potrebbero esserci modifiche alla circolazione o interruzioni nel servizio di autobus, tram, linea metropolitana e servizio metropolitano ferroviario (oltre che degli sportelli GTT per i clienti). A Napoli lo sciopero coinvolge il servizio delle funicolari, gli autobus, la metropolitana e i treni locali gestiti da EAV.

Lo sciopero di GTT a Torino

È stato proclamato dai sindacati Filt-Cgil, Fit-Cisl e Uiltrasporti; durerà 4 ore e avrà modalità diverse a seconda dei mezzi coinvolti:

Servizio Urbano-Suburbano, Extraurbano e Metropolitana: dalle ore 18.00 alle ore 22.00

Servizio Ferroviario (sfm1 – Canavesana e sfmA – To – aeroporto – Ceres): dalle ore 18.00 fino a fine turno (non sarà garantita la corsa sostitutiva bus n° 51 in partenza da Germagnano alle ore 18:42 e arrivo a Ceres alle ore 19.03)

GTT ha precisato che «sarà assicurato il completamento delle corse in partenza entro l’orario di inizio dello sciopero». Il comune di Torino ha fatto sapere che non sarà attiva la ZTL Centrale, mentre resteranno regolarmente accese le telecamere di vie e corsie riservate.

Come negli ultimi scioperi, si protesta contro i tagli previsti nel piano industriale di GTT. I sindacati sostengono che l’azienda stia mettendo in pratica il piano senza passare per un confronto con le rappresentanze sindacali.

[I sindacati sono] preoccupati per i 260 licenziamenti previsti per abbassare il costo del lavoro (dei quali si chiede il ritiro immediato e definitivo di tale possibilità); [per il] bilancio 2016 (approvato con grosse perdite); […] per le esternalizzazioni del servizio di trasporto ad aziende private; per lo smantellamento del settore tecnico […]; [per i] 500 licenziamenti collettivi accompagnati, previsti nel P.I. con ricadute organizzative in tutti i settori;[…] infine per il pesante quadro debitorio di GTT.

Lo sciopero di ANM e EAV a Napoli

Funicolari e linee ferroviarie locali: un primo sciopero, proclamato dalle sigle Faisa Cisal e Ugl, riguarda le funicolari di ANM e le linee ferroviarie locali di EAV; durerà tutta la giornata di venerdì. ANM ha fatto sapere che alle 7 ci sarà comunque la prima corsa della funicolare; poi il servizio sarà interrotto dopo la corsa delle 9.20, ripreso alle 17 e di nuovo interrotto alle 19.50. Gli orari dello sciopero delle linee flegree di EAV, invece, li trovate qui; quelli delle linee suburbane qui e quelli delle linee vesuviane qui.

Autobus e metropolitana: un secondo sciopero di Faisa Cisal, Ugl, Orsa, Faisa Confail e Usb riguarderà la circolazione dei bus e della metropolitana per quattro ore, dalle 11 alle 15. Le ultime corse della metropolitana prima dell’inizio dello sciopero saranno alle 10.26 dalla stazione di Piscinola e alle 10.30 da quella di Garibaldi; le prime corse dopo la fine dello sciopero saranno alle 15.14 da Piscinola e alle 15.54 da Garibaldi.

Le ultime partenze degli autobus «saranno effettuate circa 30 minuti prima dell’inizio dello sciopero, mentre il servizio tornerà completamente regolare circa 30 minuti dopo la fine dello sciopero».

ANM ha riassunto i motivi di protesta dei propri dipendenti che aderiranno allo sciopero: si fa riferimento alla chiusura dell’impianto Garittone, un ex deposito degli autobus dismesso alla fine di maggio per ridurre i costi dell’azienda, e al piano per potenziare il servizio di controlleria.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.