• Mondo
  • mercoledì 13 giugno 2018

In Yemen le forze militari sostenute dall’Arabia Saudita hanno attaccato il porto di Hudaydah, si rischia una enorme crisi umanitaria

Le forze militari sostenute dall’Arabia Saudita e dal governo yemenita del presidente Abdrabbuh Mansour Hadi hanno iniziato un attacco militare contro il porto di Hudaydah, in Yemen, controllato dai ribelli houthi, loro nemici. Il governo di Hadi ha detto che l’attacco è stato deciso dopo che i ribelli houthi si sono rifiutati di ritirarsi dalla zona del porto, ignorando i recenti ultimatum. Diverse organizzazioni umanitarie sono preoccupate che un attacco alla città di Hudaydah possa provocare una crisi di dimensioni enormi: il porto cittadino è infatti la principale via di accesso degli aiuti umanitari alla popolazione yemenita, che da anni – proprio a causa della guerra – si trova per lo più in condizioni di assoluta emergenza.

(SALEH AL-OBEIDI/AFP/Getty Images)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.