Tesla taglierà circa 3mila posti di lavoro, il 9 per cento dei suoi dipendenti

Il CEO di Tesla, Elon Musk, ha annunciato il licenziamento del 9 per cento del personale che lavora all’interno della società e che si occupa della progettazione e costruzione di automobili elettriche. La decisione riguarderà circa 3mila impiegati e rientra nell’ambito di una ristrutturazione su ampia scala del personale, decisa nelle ultime settimane per migliorare diverse divisioni di Tesla, ridurre i costi di gestione e migliorare il ciclo produttivo delle automobili. Tesla sta cercando in tutti i modi di aumentare i ritmi di produzione della Model 3, la sua prima auto per il mercato di massa, ma sta faticando a mantenere le promesse e riceve costanti pressioni da parte degli investitori. L’azienda produce 3.500 Model 3 alla settimana e ha l’obiettivo di arrivare a 6.000 nuove auto prodotte alla settimana entro l’estate per ottenere maggiori profitti e coprire i costi. Musk ha annunciato che per i dipendenti licenziati ci saranno compensazioni in denaro e l’erogazione di quote azionarie della società, in base ai ruoli ricoperti in azienda. Tesla continua comunque a investire nei settori della ricerca e sviluppo, così come in quello dedicato alla produzione vera e propria delle automobili.

Elon Musk alla presentazione della Model 3, nel luglio del 2017. (Andrej Sokolow/picture-alliance/dpa/AP Images)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.