Erano in tantissimi, alla consegna del premio alla carriera a George Clooney

Le foto della cerimonia organizzata dall’American Film Institute, con Bill Murray, Miley Cyrus e Diane Keaton, tra gli altri

George Clooney alla cerimonia di consegna del premio alla carriera dell'American Film Institute al Dolby Theatre di Los Angeles, California, 7 giugno 2018 (Charley Gallay/Getty Images for Turner)

Il 7 giugno George Clooney ha ricevuto a Los Angeles l’AFI Life Achievement Award, un importante premio annuale che l’American Film Institute consegna a una personalità del cinema o della televisione che abbia significativamente contribuito all’arricchimento della cultura americana. La cerimonia di consegna si è tenuta al Dolby Theatre, noto teatro che ospita la notte degli Oscar. C’erano, tra gli altri, la moglie di Clooney, Amal, Bill Murray, Jennifer Aniston, Miley Cyrus, Jimmy Kimmel e Diane Keaton, che vinse il premio un anno fa.

Clooney ha 57 anni e nella sua carriera è stato nominato all’Oscar in quanto attore, regista, sceneggiatore e produttore. L’ha vinto in due occasioni: come Miglior attore non protagonista di Syriana, e come produttore di Argo, che fu premiato come Miglior film.

Durante la cerimonia dell’AFI diverse persone che conoscono Clooney sono salite sul palco per parlare di lui, condividere un ricordo o, in molti casi, prenderlo un po’ in giro. Ci sono stati anche alcuni messaggi registrati, per esempio da parte dei fratelli Coen e dell’ex presidente statunitense Barack Obama. Commentando il messaggio dei Coen, Clooney ha detto: «Ho interpretato quattro idioti per loro. Hanno scovato in me la brillantezza della mia stupidità». Obama ha invece detto che Clooney è «un buon uomo, un bravo cittadino e un eccezionale realizzatore di film».

Nel suo discorso rivolto a Clooney, l’imprenditore Howard Stinger ha detto che il suo secondo film da regista, Good Night, and Good Luck, dovrebbe «essere obbligatorio per chiunque voglia fare il giornalista o il politico». Amal Clooney ha detto che suo marito «è un gentiluomo in ogni senso della parola, e lo è in un modo che oggi sembra raro e forse fuori moda. Tutti quelli che lo conoscono sanno che non si è dimenticato l’educazione imparata in Kentucky. Ogni volta che lo vado a trovare su un set, mi dicono che difende sempre il più debole».

Durante la cerimonia è stato consegnato un altro premio, l’AFI’s Franklin J. Schaffner Award, a Rachel Morrison, direttrice della fotografia di Black Panther e Mudbound. Morrison ha 40 anni, è un’ex studentessa dell’American Film Institute ed è stata la prima donna a essere candidata a un Oscar per la Migliore fotografia.

Mostra commenti ( )