• Sport
  • lunedì 28 maggio 2018

La Lega Serie A ha deciso di rescindere il contratto con Mediapro per i diritti di trasmissione dei prossimi campionati di calcio

L’assemblea della Lega Serie A – l’organo che governa la massima divisione del campionato di calcio italiano – ha deciso di rescindere il contratto firmato lo scorso febbraio con Mediapro per i diritti di trasmissione dei prossimi tre campionati di calcio. La decisione è stata presa perché Mediapro non ha presentato in tempo la fideiussione necessaria a garantire i pagamenti promessi: ora avrà 7 giorni di tempo per farlo, prima che la Lega Serie A possa decidere di cedere i diritti di trasmissione del campionato a un’altra società.

Mediapro è una grande società spagnola che a febbraio si era aggiudicata i diritti televisivi per i prossimi tre campionati di Serie A. Mediapro, tuttavia, non ha un canale televisivo su cui trasmettere le partite: lavora da intermediaria e rivende a sua volta i diritti comprati. Dopo aver raggiunto l’accordo per i diritti della Seria A lo scorso febbraio, quindi, Mediapro aveva messo a sua volta messo a bando i diritti di trasmissione: il Tribunale di Milano ha però deciso a inizio maggio che il bando non era conforme alle leggi italiane e lo ha annullato, complicando i piani di Mediapro.

Se Mediapro non dovesse trovare in tempo i soldi per garantire i pagamenti alla Lega Seria A, quest’ultima potrebbe rimettere in vendita i diritti per i prossimi campionati. Tra le società più interessate all’acquisto ci sarebbe Sky, scrivono i giornali.

(Getty Images)