• Italia
  • martedì 8 maggio 2018

Lo sciopero dei mezzi pubblici GTT di oggi a Torino

Riguarda bus, tram, treni locali e metro e durerà 8 ore: le cose utili da sapere

Presidio fuori dalla sede della GTT durante uno sciopero nel dicembre del 2017 (ANSA/ALESSANDRO DI MARCO)

Oggi, martedì 8 maggio, è in corso uno sciopero dei trasporti a Torino: durerà 8 ore e avrà modalità diverse a seconda dei mezzi coinvolti. Lo sciopero è stato proclamato dal sindacato Usb e riguarda il personale di GTT, l’azienda che gestisce i mezzi pubblici nella città. Potrebbero esserci modifiche alla circolazione o interruzioni nel servizio di autobus, tram, linea metropolitana e servizio metropolitano ferroviario (oltre che degli sportelli GTT per i clienti).

Gli orari dello sciopero

GTT ha pubblicato sul proprio sito gli orari in cui non viene garantita la circolazione dei mezzi pubblici:

Servizio urbano e suburbano della Città di Torino e Metropolitana: dalle ore 9.00 alle ore 12.00 e dalle ore 17.00 alle ore 22.00

(Fanno eccezione le linee 1 di Nichelino, 20, 21, 35 navetta, 39, 40, 41, 43, 45, 45b, 47, 48, 53, 54, 70, 73, 78, 79b, 80, 81, 82, 83, 84, OB1, gestite dalla società Ca.Nova. In questo caso, lo sciopero aziendale proclamato dall’organizzazione sindacale Faisa-Cisal avrà durata di 4 ore, dalle ore 15.00 alle ore 19.00).

Autolinee extraurbane e servizio ferroviario sfm1 Pont-Rivarolo-Chieri (ferrovia Canavesana) e sfmA Torino-Aeroporto-Ceres: dalle ore 8.00 alle ore 12.00 e dalle ore 17.30 alle ore 21.30

Il comune di Torino ha fatto sapere che oggi non sarà attiva la ZTL Centrale, mentre resteranno regolarmente accese le telecamere di vie e corsie riservate.

Le ragioni dello sciopero

La sigla sindacale Usb ha detto che lo sciopero è stato indetto come protesta contro le «chiusure e delocalizzazioni» previste nel piano industriale di GTT (tra le altre cose, il sindacato parla della chiusura del deposito di tram e autobus di via Nizza e il conseguente trasferimento dei lavoratori). Usb sostiene che GTT stia mettendo pratica il piano senza passare per un confronto con le rappresentanze sindacali.

USB non vuole rendersi complice di tutto questo e martedì 8 maggio sciopera e invita tutti i colleghi al presidio che si terrà a partire dalle ore 15  sotto gli uffici della direzione GTT, per dimostrare ai nostri dirigenti che non sarà facile farci subire in silenzio le loro scelte scellerate.