Per vedere il nuovo Avengers bisogna ripassare alcune cose

Domani esce "Infinity War", che ha dentro quasi OTTANTA personaggi e tira le fila di un sacco di storie intraviste nei precedenti film Marvel

Avengers: Infinity War è l’ultimo film della Marvel, e uscirà il 25 aprile nei cinema italiani. È il 19esimo film del Marvel Cinematic Universe, cioè il ciclo di film di supereroi ambientati nello stesso universo iniziato nel 2008 con Iron Man: da allora sono successe un sacco di cose e sono stati introdotti moltissimi personaggi di cui è spesso complicato ricordarsi i precedenti. In Avengers: Infinity War ce ne saranno ben 76 (SETTANTASEI), per due ore e quaranta di film: sentite un’improvvisa voglia di ripassare, vero?

Siamo qui per questo. Abbiamo messo insieme dei sintetici riassunti delle principali cose da sapere, per evitare che passiate la prima metà del film a fare domande ai vicini, e la seconda metà a rinunciare a capirci qualcosa.

Cos’era successo nei primi due Avengers, in poche righe
Il primo, uscito nel 2012, è quello in cui viene messa insieme la squadra di supereroi, ed è quello del Tesseract, un dispositivo cubico misterioso contenente una quantità infinita di energia. Contiene una delle sei Pietre dell’Infinito (la Gemma dello Spazio), che saranno importanti nel nuovo Avengers (ci arriviamo). Nel primo capitolo, in ogni caso, un cattivo misterioso si impadronisce del Tesseract per mezzo di Loki, fratello di Thor, e apre un portale sopra New York per provare a conquistare la Terra. Non ci riesce, perché gli Avengers glielo impediscono: quel cattivo, si scopre alla fine, è Thanos, cioè il cattivo del nuovo film.

Il secondo film degli Avengers, uscito nel 2015, è quello in cui l’intelligenza artificiale Ultron, contenuta in una gemma all’interno dello scettro di Loki, si ribella contro gli Avengers e si rifugia in una fortezza in Russia per costruire un esercito di robot. Si scopre che la gemma dello scettro è – avete indovinato – una delle Pietre dell’Infinito, e più precisamente la Gemma della Mente. Gli Avengers in ogni caso riescono a fermare Ultron, che nel frattempo aveva scardinato la città russa e l’aveva fatta volteggiare in aria. Alla fine del film si scopre di nuovo che dietro tutto c’è Thanos, che è stufo di mandare emissari a schiantarsi al posto suo e decide di fare le cose di persona.

Chi è questo Thanos

Nei film è comparso per la prima volta nella scena dopo i titoli di coda di Avengers, ed è poi tornato di tanto in tanto. Nei fumetti, è un membro della specie degli Eterni: vi basta sapere che sono umani modificati geneticamente da creature misteriose ed enormi chiamate Celestiali. Lui però è un reietto della sua specie: intelligentissimo e nato deforme, è ossessionato dalla Morte, che vuole conquistare.

Per questo si mette in testa di distruggere mezzo universo, e per farlo ha già provato ad accordarsi con Loki e con Ronan l’Accusatore, quel personaggio pallido e incappucciato dei Guardiani della Galassia. Ha due figlie adottive, che ha addestrato come assassine: Gamora, che fa parte dei Guardiani della Galassia, e Nebula, che dopo aver combattuto la sorella ed essere rimasta fedele al padre si ravvede. L’ultima volta che l’abbiamo vista, nei Guardiani della Galassia Vol. 2, aveva lasciato la sorella, con la quale si era riappacificata, ed era partita per uccidere il padre. Thanos, dopo i fallimenti delle sue prime due missioni, decide di recuperare da solo le sei Pietre dell’Infinito, ed è attorno a questo suo tentativo che si incentrerà Avengers: Infinity War. Si accompagna con un gruppo di generali, l’Ordine Nero, e vari eserciti alieni.

Cosa sono queste Pietre dell’Infinito

Sono sei sassi che da soli forniscono poteri immensi e energia illimitata, e che se collezionati e incastonati in un guanto speciale (il Guanto dell’Infinito, per l’appunto) donano onnipotenza e onniscienza. Thanos le vuole tutte – tra poco vediamo perché – e sembra che in questo nuovo film proverà a recuperarle, ed è utile quindi capire dove sono.

– la gemma dello Spazio è nel Tesseract, che era custodito ad Asgard ma che probabilmente è stato preso da Loki alla fine di Thor: Ragnarok. Nel trailer di Avengers: Infinity War ce l’ha però Thanos. Può aprire portali dimensionali e dona l’onnipresenza a chi la possiede.

– la gemma della Mente è quella incastonata nella fronte della Visione, il supereroe creato dagli Avengers in Age of Ultron e interpretato da Paul Bettany. Conferisce poteri telepatici.

– la gemma del Potere si era vista nei Guardiani della Galassia, che l’avevano affidata alla Nova Corp, la polizia intergalattica. Anche questa, però, è in possesso di Thanos nel trailer di Avengers: Infinity War. Rende disponibile a chi la possiede un sacco di energia.

– la gemma della Realtà è nel museo personale del Collezionista, il personaggio platinato interpretato da Benicio del Toro in Guardiani della Galassia Vol. 1. I suoi poteri non sono chiarissimi nei film, ma nei fumetti permette di realizzare i propri desideri.

– la gemma del Tempo è nell’Occhio di Agamotto, il medaglione che porta al collo Doctor Strange, che ha così la possibilità di controllare il tempo e creare loop temporali.

– la gemma dell’Anima è la più potente di tutte, e consente a chi la possiede di rubare le anime, di manipolarle, e di assumere i poteri degli altri. Può però “ribellarsi” al suo proprietario, se è considerato indegno. Non si sa dove sia, ma secondo una popolare teoria si trova a Wakanda.

Thanos con il Guanto dell’Infinito, nel trailer di Infinity War.


I personaggi importanti di cui potreste esservi persi qualcosa

Doctor Strange: avrà un ruolo molto importante, tanto che potrebbe essere una buona idea recuperare il suo film, se non lo avete visto. Se non avete tempo, qua c’è la sua storia. Se volete saperla in tre righe: era un grande neurochirurgo, ha avuto un incidente in auto che gli ha fatto perdere le sue abilità manuali. Entrato in una grave crisi, prova a risolvere il problema rivolgendosi all’Antico, uno stregone nepalese. Dopo il suo addestramento diventa a sua volta uno stregone: protegge il mondo dalle minacce provenienti dalle altre dimensioni manipolando il tempo, grazie a un medaglione con dentro la Pietra del Tempo. Vive a New York.

Peter Parker/Spider-Man: è quello interpretato da Tom Holland, che finora ha avuto un solo film dedicato, Spider-Man: Homecoming, e che compare per la prima volta in Captain America: Civil War. La storia è sempre la stessa (è stato morso da un ragno eccetera), la differenza dagli altri Spider-Man è che questo è stato preso sotto l’ala protettrice di Tony Stark, che ne ha fatto uno degli Avengers. Il cattivo contro il quale combatte nel suo film è Adrian Toomes, un ex imprenditore che usa una tuta alata e si fa chiamare Avvoltoio.

T’Challa/Pantera Nera: è il sovrano di uno stato africano chiamato Wakanda, che per secoli si è spacciato per uno stato poverissimo ma che in realtà è il più avanzato del mondo, perché si trova sopra un’enorme riserva di vibranio, il metallo più resistente al mondo. Alla fine del suo film, uscito pochi mesi fa, T’Challa decide di mettere a disposizione le risorse di Wakanda con il resto del mondo.

Scarlet: si chiama Wanda Maximoff ed è una ragazza con poteri telepatici originaria di Sokovia, un luogo immaginario dell’Europa centro-orientale del secondo film degli Avengers. Aveva un fratello, Pietro, morto nello stesso film.

–  Visione: è una creatura potentissima creata dagli Avengers in Age of Ultron. Ha un corpo di vibranio inizialmente destinato a Ultron, in cui però Tony Stark impianta l’intelligenza artificiale di sua invenzione J.A.R.V.I.S. Sulla fronte ha la Pietra della Mente, che gli conferisce i suoi poteri. Sembra avere un interesse sentimentale per Scarlet.

– Loki: è il fratello di Thor, adottato da Odino, e nei vari film del Marvel Cinematic Universe ha costantemente alternato momenti in cui ha provato a dominare la Terra o Asgard, alleandosi con i cattivi di turno, ad altri in cui ha aiutato gli Avengers. Nell’ultimo film in cui ha avuto un ruolo importante, Thor: Ragnarok, lo lasciavamo amico di suo fratello, che aveva aiutato a salvare gli abitanti di Asgard dalla sorella di Thor, Hela.

Soldato d’Inverno: originariamente era un soldato amico di Steve Rogers (Captain America), che fu catturato dall’organizzazione terroristica HYDRA. Subì un lavaggio del cervello e venne equipaggiato con un braccio meccanico fortissimo. Lo abbiamo lasciato ibernato a Wakanda, in attesa che si trovasse una cura per il suo lavaggio del cervello.

Ma gli Avengers non avevano litigato?

Sì, e infatti li abbiamo lasciati divisi a metà. In Captain America: Civil War, una parte si era messa con Tony Stark, che sosteneva la necessità di una supervisione dei supereroi da parte della comunità internazionale, e l’altra si era schierata con Captain America, che invece vuole mantenere l’indipendenza degli Avengers. Con Iron Man ci sono Vedova Nera, Black Panther, War Machine (cioè il socio di Stark, con l’armatura volante nera), Visione e l’Uomo Ragno. Con Captain America ci sono il Soldato d’Inverno, Falcon, Occhio di Falco, Ant-Man e Scarlet.

Alla fine del film, Stark scopriva che il Soldato d’Inverno aveva ucciso i suoi genitori molti anni prima, mentre svolgeva una missione per conto dell’organizzazione terroristica HYDRA. Non era davvero lui, visto che gli era stato fatto il lavaggio del cervello, ma Stark non ci vede più e prova a ucciderlo. Non ci riusciva, perché Captain America lo salvava, ma gli Avengers rimanevano comunque divisi.

Cosa c’entrano i Guardiani della Galassia

In realtà c’entrano tanto quanto gli Avengers, visto che fin dal primo film hanno avuto a che fare con le Pietre dell’Infinito e Thanos. Alla fine del Volume 1, Star Lord riesce a rubare la Pietra del Potere a Ronan, distraendolo con un balletto, per poi consegnarla alla Nova Corp. Ma si vede anche la Pietra della Realtà, in possesso del Collezionista. Diversi membri, poi, hanno dei conti in sospeso con Thanos: Gamora vuole ucciderlo perché lui ha ucciso i suoi genitori davanti ai suoi occhi, prima di adottarla; Nebula vuole ucciderlo per come l’ha cresciuta da assassina; Drax il Distruttore, infine, vuole vendicarsi perché Thanos ha ucciso la sua famiglia.

Le scene post-titoli di coda che tornano utili

Nella prima delle due scene dopo i titoli di coda di Thor: Ragnarok, Thor e Loki stanno tornando sulla Terra su un’astronave piena di rifugiati di Asgard. Vengono però intercettati da un’astronave che sembra di Thanos, che forse vuole il Tesseract che probabilmente Loki ha portato con sé da Asgard.

Nell’ultima scena di un film Marvel che abbiamo visto, quella dopo i titoli di coda di Black Panther, il Soldato d’Inverno si risveglia nel Wakanda, il regno di T’Challa: era andato lì per farsi ibernare alla fine di Captain America: Civil War, in attesa che qualcuno capisse come guarirlo dal suo lavaggio del cervello. Con lui c’è W’Kabi, la sorella di T’Challa a capo dell’avanzatissimo settore tecnologico di Wakanda. Dal trailer di Avengers: Infinity War si vede che un pezzo importante del film sarà ambientato proprio nel Wakanda, dove probabilmente si trova una Pietra dell’Infinito che Thanos vuole recuperare.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.