Il leader di Forza Italia Silvio Berlusconi in visita a Larino, in Molise. (ANSA/ LANESE)

Berlusconi dice che al M5S farebbe «pulire i cessi» nella sua azienda

E anche che «gli italiani hanno votato molto male» alle ultime elezioni

Il leader di Forza Italia Silvio Berlusconi in visita a Larino, in Molise. (ANSA/ LANESE)

Durante la sua visita in Molise in vista delle elezioni regionali di domenica, il leader di Forza Italia Silvio Berlusconi ha detto che al Movimento 5 Stelle farebbe «pulire i cessi», e si è lamentato della fase di stallo raggiunta dalle trattative per la formazione di un governo sostenendo che «gli italiani hanno votato molto male». A Casacalenda, scrive Ansa, Berlusconi ha detto riferendosi al M5S:

«È gente che non ha mai fatto nulla nella vita: nella mia azienda li prenderei per pulire i cessi»

In precedenza, a Larino, Berlusconi aveva commentato le trattative per la formazione di un governo dicendo:

«Voi sapete com’è la storia, una grande confusione. Devo dire che gli italiani hanno votato molto male, e adesso quello che segue va di male in peggio. E quindi sto assistendo con disgusto a ciò che succede, e vedremo dove andremo a finire»

Rispondendo a una domanda su un possibile accordo con il Movimento 5 Stelle, Berlusconi lo ha escluso – «Non c’è nessun accordo possibile» – parlando di «un partito che non è nemmeno democratico» e spiegando che inizialmente ci aveva pensato, per accontentare la Lega, ma che osservando come sono andate le consultazioni si è ricreduto: «questi Cinque Stelle sono semplicemente un pericolo per l’Italia e va evitata assolutamente una loro presa del potere». Berlusconi ha ribadito che vorrebbe trovare in Parlamento una maggioranza per un governo di centrodestra, e ha detto un po’ implicitamente che vorrebbe trovare i voti mancanti dal Partito Democratico, di cui ha detto: «dal punto di vista della responsabilità e della democrazia, il PD è anni luce davanti ai Cinque Stelle». Su questo punto, per stessa ammissione di Berlusconi, la pensa diversamente dagli altri leader del centrodestra, Matteo Salvini e Giorgia Meloni.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.