• Moda
  • martedì 3 Aprile 2018

Lo stilista Kris Van Assche è il nuovo direttore artistico di Berluti

Arriva alla guida dell'azienda italiana di scarpe e pelle pregiata dopo 11 anni da Dior Homme, la linea maschile di Dior

Lo stilista belga Kris Van Assche è il nuovo direttore artistico di Berluti, l’azienda di abbigliamento maschile fondata nel 1895 dall’imprenditore italiano Alessandro Berluti e dal 2011 di proprietà del gruppo del lusso francese LVMH. Van Assche, che aveva lasciato la direzione di Dior Homme dopo 11 anni, prenderà il posto dello stilista franco-colombiano Haider Ackermann, che se n’era andato il 30 marzo dopo tre stagioni. Van Assche sarà a capo della collezione ready-to-wear, degli accessori, delle calzature e della pelletteria; la sua prima collezione sarà quella per la primavera/estate 2019, presentata alla Settimana della moda di Parigi il prossimo gennaio.

Il suo arrivo è l’ultimo dei tanti cambiamenti ai vertici delle aziende di moda maschile controllate da LVMH: Kim Jones è diventato direttore artistico di Dior Homme, Virgil Abloh di Louis Vuitton, e a inizio anno Hedi Slimane era stato scelto come nuovo direttore creativo di Céline, dove lancerà anche una linea uomo. La sua nomina mostra un crescente interesse di LVMH per una moda maschile più casual e vicina allo street wear, il modo di vestire informale ispirato a quello dell’hip hop.

La collezione autunno/inverno 2012/2013 disegnata da Kris Van Assche per Dior Homme, Parigi, 21 gennaio 2012
(AP Photo/ Jacques Brinon)

Van Assche ha 41 anni; dopo essersi diplomato all’Accademia di belle arti di Anversa nel 1998 si trasferì a Parigi dove lavorò come stagista per quattro mesi a Yves Saint Laurent per Hedi Slimane; nel 2000 lo seguì quando divenne direttore creativo di Dior Homme, la linea maschile di Dior, che lasciò nel 2004 per fondare il suo marchio, che ha chiusto nel 2015 per concentrarsi pienamente su Dior Homme, dov’era tornato nel 2007 per prendere il posto di Slimane. È rimasto per 11 anni integrando, scrive la rivista Business of Fashion, un gusto per lo streetwear «ai codici rigorosi e ben definiti dell’azienda, guadagnandosi una nuova base di appassionati». Oltre a rendere lo stile di Dior Homme più contemporaneo, Van Assche lo ha fatto conoscere in nuovi mercati, come quello asiatico, e l’ha reso di moda tra celebrità come, A$AP Rocky, Boy George e i Depeche Mode.

Kris Van Assche dopo una sfilata di Dior Homme, 27 giugno 2015, Parigi (AP Photo/Thibault Camus)
TAG: