• Mondo
  • martedì 27 marzo 2018

41 bambini sono morti nell’incendio nel centro commerciale in Siberia, dice la stampa russa

Quello che si è sviluppato domenica mattina nella città di Kemerovo, in Siberia, e di cui non si conoscono ancora le cause

Il giornale russo RIA Novosti ha confermato che 41 bambini sono morti domenica nel grande incendio che si è sviluppato in un centro commerciale nella città di Kemerovo, in Siberia. Le cause dell’incendio, nel quale sono morte almeno 64 persone, non sono ancora chiare, ma negli ultimi due giorni sono emersi nuovi particolari sulla vicenda.

Le autorità russe hanno per esempio confermato che le porte di sicurezza del supermercato erano bloccate e che una guardia di sicurezza aveva spento il sistema di allarme antincendio, non si sa ancora perché. Vladimir Chernov, vicegovernatore della regione di Kemerovo, ha detto che l’incendio si è sviluppato in un’area giochi per bambini, quando un trampolino contenente della gommapiuma ha preso fuoco.

Il Comitato investigativo della Russia, l’agenzia di polizia russa equivalente all’FBI statunitense, ha detto che cinque persone coinvolte nella proprietà e nella manutenzione dell’edificio sono state arrestate. È stata inoltre aperta un’indagine per capire le cause dell’incendio.

Soccorritori russi al centro commerciale di Kemerovo (DMITRY SEREBRYAKOV/AFP/Getty Images)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.