Il gruppo di investitrici che voleva acquistare Weinstein Company si è tirato indietro

Il gruppo di investitrici che voleva acquistare Weinstein Company, la società di cui era un tempo socio Harvey Weinstein, ha annunciato il ritiro dell’offerta in seguito ad alcune “informazioni deludenti” ottenute sulle condizioni dell’azienda. Secondo alcune fonti interne consultate da Reuters, Weinstein Company è in condizioni peggiori rispetto a quanto finora comunicato e non costituisce un valido investimento. Il gruppo di donne interessate alla società era guidato da Maria Contreras-Sweet, ex membro dell’amministrazione Obama, che non ha comunque escluso di stringere un accordo di qualche tipo per rilevare per lo meno le parti più redditizie della società. Weinstein Company è stata per anni una delle case di produzione più potenti di Hollywood, grazie alla presenza di Harvey Weinstein e dei suoi numerosi contatti nel mondo dello spettacolo statunitense. Lo scorso anno Weinstein è stato accusato di molestie sessuali da decine di donne e si è dovuto dimettere dalla società. In seguito è emerso che i conti di Weinstein Company non erano in ordine e che rischia il fallimento.

(Richard Shotwell/Invision/AP, File)