LaPresse - Mourad Balti Touati
  • Italia
  • giovedì 1 Marzo 2018

La situazione dei treni di giovedì e i ritardi a causa del maltempo

Sono stati attivati dei "piani di emergenza" che comportano la cancellazione di alcuni treni, ma in molti casi potete sapere in anticipo se il vostro treno sarà cancellato

LaPresse - Mourad Balti Touati

Anche nella giornata di oggi, giovedì 1 marzo, il brutto tempo sta causando il rallentamento delle tratte di molti treni e la cancellazione di altri. Negli ultimi giorni, a causa di una corrente d’aria molto fredda proveniente dalla Siberia, si è verificato un abbassamento delle temperature che ha provocato abbondanti nevicate e – tra le altre cose – molti disagi al trasporto ferroviario, soprattutto nel Centro e nel Sud Italia (e a Roma in particolare, dove non nevicava da sei anni). Trenitalia e Nuovo Trasporto Viaggiatori (la società dei treni Italo) hanno definito una serie di provvedimenti speciali per regolare la circolazione ferroviaria di oggi: in molti casi potete sapere in anticipo se il vostro treno sarà cancellato.

– Frecce: sulla tratta Milano – Roma – Napoli è confermata la programmazione dell’80 per cento dei treni, con le fermate a Roma Termini e a Roma Tiburtina così come sono previste dall’orario ufficiale.

– Italo: saranno cancellati i treni 9955, 9935, 9928, 9904, 9969, 9967, 9973, 9988, 9962, 9976, 8907 e 8902.

 Intercity e Frecciabianca: sulle linee Torino – Milano – Venezia e Genova – Roma è prevista la circolazione del 90 per cento delle corse a lunga percorrenza, del 70 per cento tra Genova e Milano. Trovate tutti i treni cancellati a questa pagina.

– Treni regionali: un piano di emergenza attivato da Rete Ferroviaria Italiana (RFI) comporterà una riduzione dell’offerta dei treni regionali in Liguria, Piemonte, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Emilia-Romagna, Toscana e Lazio. In Friuli Venezia Giulia, Marche e Lazio circolerà il 70 per cento delle corse previste in orario; in Liguria, Piemonte, Veneto, Emilia-Romagna e Toscana circolerà il 50 per cento dei treni. Ci sono modifiche alla circolazione anche in Abruzzo, Campania, Marche, Molise, Umbria, Valle d’Aosta, Veneto. Qui trovate i treni che viaggeranno regolarmente e quelli cancellati.

– Trenord: anche in Lombardia ci sono piani di emergenza attivi: alcune tratte sono state cancellate e la circolazione su altre linee è definita “critica”. Qui potete monitorare in tempo reale la situazione dei treni Trenord.

Anche nelle regioni che non sono interessate da “piani di emergenza neve” ci sono ritardi e cancellazioni: per restare aggiornati sulle modifiche alla circolazione di Trenitalia si può consultare questa pagina di RFI o il profilo Twitter di Trenitalia.

Cosa fare in caso di treni in ritardo o cancellati

Il rimborso per i treni nazionali può essere richiesto compilando il form a questa pagina. Per i rimborsi dei treni regionali dovete invece andare a questa pagina del sito della compagnia, mentre qui trovate la guida completa ai rimborsi.

Per quelli che nei giorni scorsi hanno rinunciato al viaggio sui treni a lunga percorrenza di Trenitalia, è previsto il diritto al rimborso integrale del biglietto. A chi ha viaggiato ugualmente ed è giunto a destinazione con un ritardo superiore alle tre ore, Trenitalia riconoscerà il rimborso integrale del biglietto, anziché l’indennità del 50 per cento prevista dalle normative europee. È attivo il numero verde di Trenitalia 800892021.

Se avete in programma un viaggio con Italo o se il vostro treno Italo è stato cancellato, potete concordare una nuova soluzione di viaggio o chiedere un rimborso contattando Pronto Italo al numero 060708.