• Cultura
  • mercoledì 21 febbraio 2018

È morto a 99 anni Billy Graham, il più famoso predicatore americano

Billy Graham, probabilmente il più famoso e influente predicatore battista americano, è morto a 99 anni. Graham è stato un consigliere spirituale per molti presidenti degli Stati Uniti, da Harry Truman a Barack Obama; in particolare collaborò molto con Dwight D. Eisenhower, Lyndon B. Johnson e Richard Nixon. Era contrario alla segregazione razziale e negli anni Cinquanta fece parte del movimento per i diritti civili, ma fu contestato per le sue idee maschiliste (ed era noto per non voler stare da solo con nessun’altra donna a parte sua moglie).

Nel 1953, durante un comizio a Chattanooga, in Tennessee, rimosse i cordoni con cui gli organizzatori avevano diviso il pubblico tra bianchi e afroamericani e disse ai primi: «Siamo stati orgogliosi e abbiamo pensato di essere migliori di ogni altra razza, ogni altro popolo. Signore e signori, finiremo all’inferno per questo nostro orgoglio». Nel 1957 invitò Martin Luther King, che era a sua volta un religioso battista, a predicare con lui a New York; nel 1963 pagò una cauzione per farlo uscire di prigione.

Il predicatore Billy Graham insieme all'ex presidente degli Stati Uniti Barack Obama a Montreat, in North Carolina, il 25 aprile 2010 (AP Photo/The White House, Pete Souza)