• Sport
  • lunedì 12 febbraio 2018

I ragazzini della domenica

Un diciannovenne e un ventenne sono stati decisivi nelle vittorie di Inter e Roma: chi sono Yann Karamoh e Cengiz Under

Yann Karamoh abbracciato da Danilo D'Ambrosio dopo aver segnato il gol della vittoria contro il Bologna (MARCO BERTORELLO/AFP/Getty Images)

Le vittorie con cui domenica, nella 24ª giornata di Serie A, Inter e Roma hanno superato la Lazio in classifica riportandosi così fra le prime quattro del campionato – e quindi in zona Champions League – sono arrivate grazie alle prestazioni e ai gol di due ragazzi, entrambi esterni offensivi, al loro primo anno in Italia: il diciannovenne francese Yann Karamoh e il ventenne turco Cengiz Under. Il primo non aveva mai segnato in Serie A; Under, invece, con la doppietta al Benevento ne ha segnati tre nelle ultime due partite: tutti decisivi.

In Inter-Bologna, Karamoh ha segnato il gol della vittoria che ha interrotto la serie di risultati negativi dell’Inter. Spalletti lo ha schierato dall’inizio al posto di Antonio Candreva, uno dei due esterni d’attacco titolari, che nell’ultimo periodo non è sembrato particolarmente in forma. Fin qui Karamoh – comprato in estate dal Caen per poco più di 5,5 milioni di euro – non aveva giocato nemmeno un’ora in campionato ed era partito titolare solamente nella gara di Coppa Italia contro il Pordenone, in cui peraltro non aveva fatto una buona impressione, ma come del resto l’intera squadra. Quello di domenica è stato un gran gol, con cui Karamoh ha dato prova del suo talento e soprattutto della sua personalità, dato che segnare un gol così a San Siro non è da tutti.

Under, invece, dopo aver passato la prima parte di stagione perlopiù in panchina, è stato schierato dal primo minuto nelle ultime quattro gare della Roma, e ha dimostrato di essere pronto a venire utilizzato di più. Una settimana fa ha segnato il gol della vittoria a Verona contro l’Hellas; domenica sera, nel posticipo contro il Benevento, ha realizzato l’assist per il gol del vantaggio di Edin Dzeko e poi, nel giro di dieci minuti, ha segnato una doppietta che di fatto ha chiuso la partita.

Nella passata stagione Under era stato uno dei protagonisti del grande campionato disputato dalla squadra turca dell’Istanbul Başakşehir – arrivata seconda dietro il Besiktas – che è riuscita a farsi spazio in una città in cui il calcio è “occupato” da anni da tre società più ricche, forti e prestigiose (Galatasaray, Fenerbahce e Besiktas appunto).

Mostra commenti ( )