(ANSA / MATTEO BAZZI)

Berlusconi non voleva il proprio nome nel simbolo di Forza Italia, dice

Lo hanno deciso i dirigenti del partito "contro la mia volontà"

(ANSA / MATTEO BAZZI)

In una lunga intervista al direttore del Foglio Claudio Cerasa, pubblicata sul giornale di lunedì, il leader di Forza Italia Silvio Berlusconi ha tra l’altro così spiegato la scelta di inserire il proprio nome – con la dizione “presidente” – nel simbolo presentato dal partito per le prossime elezioni.

Il nostro simbolo sarà ovviamente la bandiera di Forza Italia. Alla quale – contro la mia volontà – i nostri dirigenti hanno voluto aggiungere il mio nome.

L’indicazione di “Berlusconi presidente” nel simbolo è già stata contestata da alcuni avversari politici di Forza Italia come falsificatore e ingannevole, dal momento che lo stesso Berlusconi non potrebbe comunque ricevere l’incarico di presidente del Consiglio a causa della condanna che lo inibisce a occupare cariche pubbliche.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.