Le migliori foto di Spazio del 2017

Siete pronti per un viaggio di miliardi di chilometri, dalla Terra fino a pianeti lontani decine di anni luce da noi? 🚀

L'eclisse totale di Sole del 21 agosto scorso, fotografata nei pressi di Mitchell, città dell'Oregon, Stati Uniti (ROBYN BECK/AFP/Getty Images)

Il 2017 è stato l’anno dei pianeti in orbita intorno a stelle remote a decine di anni luce da noi: quelli che già conosciamo e quelli da poco scoperti. La sonda spaziale Cassini ci ha trasmesso immagini ravvicinate e mai così nitide di Saturno e delle sue lune, prima di polverizzarsi nell’atmosfera del pianeta mettendo fine a circa 20 anni di onorato servizio. Juno, una sonda molto più giovane, ci ha inviato immagini sorprendenti di Giove, il pianeta più grande di tutti tra quelli in orbita intorno al Sole.

Andando oltre il nostro sistema solare, abbiamo scoperto 7 esopianeti a 40 anni luce da noi, che si trovano in una “zona abitabile”, potenzialmente adatti a ospitare la vita, per come la conosciamo. E a proposito di vita, l’astronauta italiano Paolo Nespoli ha trascorso 139 giorni intorno alla Terra, nell’ambito della missione Vita sulla Stazione Spaziale Internazionale: ha condotto molti esperimenti, ha fatto anche da cavia e nel tempo libero ci ha regalato immagini incredibili del nostro pianeta.

SpaceX, intanto, ha continuato a fare grandi cose aprendo l’era del riciclo spaziale, lavorando intanto alla costruzione di un nuovo e potentissimo razzo, che dovrebbe volare per la prima volta il prossimo gennaio. Le immagini di quest’anno ci mostrano mondi lontani, nebulose colorate e irraggiungibili, stelle appena nate con dimensioni e distanze da far girar la testa, ma soprattutto ci ricordano di cosa siamo capaci, quando il limite è il cielo.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.