• Mondo
  • sabato 18 Novembre 2017

In Zimbabwe migliaia di persone stanno partecipando a una manifestazione per chiedere le dimissioni di Mugabe

Decine di migliaia di persone stanno manifestando ad Harare, la capitale dello Zimbabwe, per chiedere le dimissioni del presidente del paese Robert Mugabe, che governa da quasi 40 anni in modo praticamente autoritario. In settimana Mugabe è stato “arrestato” dai capi dell’esercito, ma formalmente non si è ancora dimesso dalla sua carica e ieri è anche apparso in pubblico, senza rilasciare commenti.

Mugabe era stato rapito nella notte tra martedì e mercoledì. Lui e sua moglie Grace erano stati presi in custodia su ordine del capo dell’esercito, Constantino Chiwenga: l’obiettivo dell’intervento, a quanto se ne sa, era quello di evitare che alla morte del presidente il potere passasse a Grace Mugabe, e di favorire una transizione pacifica. Negli ultimi giorni si sono tenuti diversi negoziati a porte chiuse tra Mugabe, esercito e rappresentanti del governo sudafricano e della Chiesa cattolica, ma finora non è stato annunciato alcun accordo. Nel frattempo ieri tutte le componenti regionali del suo partito, Zanu-PF, lo hanno sfiduciato ufficialmente.

(ZINYANGE AUNTONY/AFP/Getty Images)