• Mondo
  • mercoledì 15 Novembre 2017

Le foto dell’improvvisa alluvione in Grecia

Piogge intense hanno inondato alcune città nel centro del paese portando grandi devastazioni: almeno 15 persone sono morte

In Grecia le forti piogge nella notte tra martedì e mercoledì hanno portato a improvvise inondazioni che hanno causato la morte di almeno 15 persone. Le città di Mandra, Nea Peramos e Megara, nel centro del paese e a occidente di Atene, hanno subìto seri danni. La maggior parte delle persone morte, soprattutto anziani, sono state trovate all’interno delle loro abitazioni. Le piogge hanno portato allo straripamento di alcuni torrenti, con grandi quantità di acqua e fango che hanno raggiunto i centri abitati, inondando in pochi minuti decine di edifici e travolgendo automobili.

Mandra, dove è morto il maggior numero di persone, ha subìto grandi danni e le squadre di soccorso hanno lavorato per ore per rispondere alle numerose richieste di aiuto della popolazione.

Le autorità locali dicono che almeno 17 persone sono state trasportate negli ospedali con ferite di vario tipo. Negli ultimi giorni buona parte della Grecia è stata interessata da piogge piuttosto intense con disagi, seppure di minore entità, anche in altre aree del paese.

La Protezione Civile ha detto di avere raddoppiato gli sforzi per affrontare le emergenze causate dalle alluvioni, descritte come “senza precedenti”. Il primo ministro della Grecia, Alexis Tsipras, ha dichiarato un giorno di lutto nazionale e ha promesso l’impegno del governo per dare aiuto alle popolazioni interessate dalle inondazioni. Ha anche annunciato di avere avviato indagini per capire quali siano state le cause del disastro, soprattutto per quanto riguarda lo straripamento dei corsi d’acqua.