Il pluripremiato fotografo Muhammed Muheisen lascia Associated Press

Era il capo-fotografo di AP in Pakistan, Afghanistan e Medio Oriente, lascia dopo 16 anni e due premi Pulitzer

Il pluripremiato fotografo Muhammed Muheisen ha annunciato oggi che lascerà Associated Press, l’agenzia di stampa internazionale in cui lavorava da 16 anni, per iniziare “un nuovo capitolo della sua vita”, senza specificare ancora cosa farà.

Muhammed Muheisen è nato a Gerusalemme nel 1981 ed era il capo-fotografo di AP in Pakistan, Afghanistan e Medio Oriente: nel 2013 Time lo ha scelto come miglior fotografo di news dell’anno e ha vinto due volte il premio Pulitzer, nel 2005 e nel 2013, per il racconto della guerra in Iraq e in Siria. Ha ottenuto il suo primo incarico da AP nel 2001 e da allora ha realizzato decine di reportage, raccontando per esempio il conflitto tra israeliani e palestinesi, la guerra in Iraq, quella in Afghanistan e anche quella in Siria. Negli ultimi anni si è occupato soprattutto di migranti, e da poco ha creato una fondazione che si occupa del tema e pubblica le sue foto sull’account Instagram Everydayrefugees.

Molti dei suoi lavori degli ultimi anni sono stati pubblicati anche sul Post: li trovate tutti qui, mentre a seguire ci sono quelli più recenti, di cui Muheisen ha spiegato al Post la realizzazione.

Migranti in prigione, ma non è come sembra

Migranti a Belgrado fotografati da un Pulitzer

(AP Photo/Alice Wielinga)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.