È morto il giornalista Pietro Cheli

È morto a Milano il giornalista Pietro Cheli; era nato a Genova e aveva 52 anni. Cheli era vicedirettore della rivista Amica, dopo aver lavorato alla Voce con Indro Montanelli e a Diario con Enrico Deaglio. Si era sempre occupato soprattutto di cultura, con interviste a scrittori e recensioni di libri, soprattutto di narrativa, molte delle quali pubblicate sul suo blog Il Criticone. Aveva collaborato a programmi di Radiotre, aveva curato il libro di Ivano Fossati Carte da decifrare, e scritto insieme a Guido Barbujani Sono razzista, ma sto cercando di smettere, uscito nel 2008. Questo era il suo account su Twitter, dove potete trovare molte delle sue recensioni.

Pietro Cheli a Tempo di Libri, con Chiara Gamberale e Luis Sepúlveda

Pietro Cheli su Sono razzista, ma sto cercando di smettere

Pietro Cheli

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.