La produzione della sesta stagione di “House of Cards” è stata sospesa

La produzione della sesta stagione di House of Cards, la serie tv di Netflix sulla storia di uno spregiudicato politico statunitense interpretato da Kevin Spacey, è stata sospesa e non è ancora stato deciso quando riprenderà.
La notizia è stata data da Netflix e Media Rights Capital, la società che produce la serie, che hanno spiegato in un comunicato che la sospensione servirà a «prenderci il tempo necessario per esaminare la situazione e affrontare tutti i dubbi e le preoccupazioni del cast e della crew». Ieri i rappresentanti delle due società avevano fatto sapere che House of Cards si sarebbe concluso con la sesta stagione, ma avevano detto che la decisione di non proseguire era stata presa mesi prima e che non aveva niente a che vedere con l’accusa a Kevin Spacey di aver molestato un 14enne nel 1986.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.