• Mondo
  • venerdì 20 ottobre 2017

C’è stato un attacco suicida a una moschea sciita di Kabul, in Afghanistan

Una persona si è fatta esplodere nella moschea sciita “Imam Zaman” nella zona ovest di Kabul, in Afghanistan. Secondo una fonte delle forze di sicurezza consultata da Reuters, l’esplosione ha causato almeno 30 morti. Le notizie sono ancora piuttosto confuse: un testimone ha riferito a BBC che l’interno della moschea sembrava un campo di battaglia. La moschea “Imam Zaman” era già stata attaccata il 26 agosto, quando 28 persone erano morte in un attacco suicida a cui era seguita una sparatoria. L’attacco del 26 agosto era stato rivendicato dallo Stato Islamico (o ISIS).

(Tolo news)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.