• Mondo
  • mercoledì 4 ottobre 2017

Un tribunale turco ha condannato 43 ex soldati con l’accusa di aver complottato per uccidere Erdoğan

Un tribunale turco ha condannato 43 ex soldati con l’accusa di aver complottato per uccidere il presidente Recep Tayyip Erdoğan durante il tentato colpo di stato avvenuto nella notte tra il 15 e il 16 luglio 2016. Il tribunale è quello di Muğla, nel sud-ovest della Turchia: è la città del resort dove Erdoğan si trovava con la famiglia all’inizio del golpe fallito. Quasi tutte le 47 persone sotto processo sono state giudicate colpevoli e 41 di queste sono state condannate all’ergastolo. Il processo era iniziato lo scorso febbraio e anche il religioso Fethullah Gülen, che secondo Erdoğan è la persona che ha organizzato il golpe, era tra gli imputati: non c’è stata nessuna sentenza a suo carico perché Gülen vive negli Stati Uniti dal 1999.

Uno degli ex militari turchi accusati di aver complottato contro Erdoğan condotto al tribunale di Muğla, il 4 ottobre 2017 (Cavit Akgun/DHA-Depo Photos via AP)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.