• Mondo
  • venerdì 29 settembre 2017

Il governo catalano ha presentato le urne per il referendum sull’indipendenza, che stava cercando la polizia spagnola

Oggi il governo catalano ha presentato a sorpresa le urne che verranno usate durante il referendum sull’indipendenza della Catalogna che si terrà domenica 1 ottobre, e che è considerato illegale dal governo centrale di Madrid. Le urne, che sono state mostrate alla fine di una conferenza stampa tenuta a Barcellona, sono contenitori di plastica bianchi con sopra il simbolo del governo catalano, chiusi con un tappo nero. Nei giorni scorsi la polizia, su ordine della Procura di Madrid, aveva sequestrato milioni di schede elettorali e circondato i posti che dovrebbero essere usati come seggi: delle urne però non si aveva notizia, fino a oggi.

I giornali spagnoli hanno scritto che le urne presentate sono uguali a quelle prodotte dalla Smart Dragon Ballot Expert, una società cinese con sede nella città di Guangzhou e che è specializzata in produzione di materiale elettorale. Sul sito internet della società, le urne scelte dal governo catalano costano ciascuna tra i 4,2 e i 7,6 euro, a seconda della quantità di materiale acquistato.

Un'urna presentata dal governo catalano oggi a Barcellona

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.