• Mondo
  • venerdì 25 Agosto 2017

Il guidatore del furgone di Rotterdam è stato rilasciato

Era stato arrestato mercoledì con un carico di bombole di gas vicino al locale dove avrebbe dovuto tenersi un concerto

Il guidatore del furgone carico di bombole di gas, arrestato la sera di mercoledì 23 a Rotterdam, è stato rilasciato. L’uomo era stato fermato vicino al Maassilo, un ex silos di grano dove quella sera avrebbe dovuto svolgersi un concerto. Il concerto della band Allah-Las – che ha spesso ricevuto insulti e minacce per via del suo nome – era stato annullato a causa di una non specificata minaccia terroristica che la polizia olandese aveva ricevuto dalla polizia spagnola.

L’uomo è stato fermato poco dopo l’annullamento del concerto, per via del suo comportamento “sospetto”. Era alla guida di un furgone bianco con targa spagnola e la polizia ha poi trovato diverse bombole di gas al suo interno. All’inizio, la polizia olandese ha sospettato che l’uomo potesse essere collegato con la cellula di Ripoll, in Catalogna, che aveva organizzato l’attacco di Barcellona e che, a quanto sembra, pianificava un attentato ancora più grande, che avrebbe dovuto comprendere l’uso di bombole di gas.

Gli esperti di esplosivi hanno ispezionato il furgone, ma non hanno trovato nulla di insolito. La perquisizione del suo appartamento non ha rivelato legami con il terrorismo. Infine, dopo un lungo interrogatorio, la polizia ha stabilito che l’uomo aveva una giustificazione plausibile per trovarsi vicino al luogo del concerto quella sera. Ha anche concluso che probabilmente l’uomo era ubriaco al momento dell’arresto. Una seconda persona arrestata ieri, un uomo di 22 anni, su cui la polizia non ha dato altri dettagli, è invece ancora in stato di fermo.

(RTL via AP)