• Mondo
  • martedì 15 Agosto 2017

L’Iran abbandonerà l’accordo sul nucleare, se gli Stati Uniti approveranno nuove sanzioni

Il presidente iraniano Hassan Rouhani ha detto che l’Iran potrebbe abbandonare “nel giro di ore” l’accordo sul nucleare iraniano firmato due anni fa, se gli Stati Uniti approveranno nuove sanzioni contro l’Iran. L’accordo, che era stato definito “storico”, era stato firmato dall’Iran e dai paesi del cosiddetto “5+1”, cioè i membri del Consiglio di Sicurezza dell’ONU con potere di veto (Regno Unito, Stati Uniti, Francia, Russia e Cina) più la Germania: stabiliva la rimozione di alcune delle sanzioni americane imposte all’Iran in cambio della limitazione del programma nucleare iraniano. Con Donald Trump presidente, però, i rapporti tra i due governi sono diventati di nuovo molto tesi: a inizio agosto Trump ha firmato una legge già approvata dal Congresso che impone nuove sanzioni all’Iran. Le ultime dichiarazioni di Rouhani sono piuttosto dure, se si considera che è stato proprio il presidente iraniano – un moderato – a promuovere l’accordo sul nucleare con alcune delle maggiori potenze del mondo.

Hassan Rouhani (AP Photo/Ebrahim Noroozi)