• Mondo
  • mercoledì 9 Agosto 2017

A Singapore si indaga su un uomo che ha messo degli stuzzicadenti sui sedili di un bus

La criminalità è molto bassa e le pene sono molto severe, anche per reati come questo

Un uomo di 60 anni è indagato a Singapore con l’accusa di aver messo degli stuzzicadenti sul sedile di un autobus, in modo che ferissero le persone che si sarebbero sedute dopo di lui. L’uomo, individuato grazie ai filmati delle telecamere di sicurezza del bus, rischia una pena fino a due anni di carcere. La presenza degli stuzzicadenti era stata segnalata tre settimane fa da un’utente di Facebook che ne aveva pubblicato una fotografia, consigliando di fare attenzione prima di sedersi. Il post della donna ha avuto 2.500 condivisioni.

Singapore, città stato del sud est asiatico molto ricca e con pochissima criminalità, è conosciuta per adottare provvedimenti molto duri nei confronti di chi commette atti di vandalismo. Un paio di anni fa, per esempio, un uomo era stato multato per quasi 15mila dollari per aver ripetutamente buttato mozziconi di sigarette dal suo balcone. L’uomo degli stuzzicadenti potrebbe essere a sua volta multato, oppure potrebbe dover scontare una pena in prigione, oppure tutte e due.