Il discorso di Justin Trudeau a Ottawa per le celebrazioni dei 150 dall'indipendenza del Canada (CHRIS ROUSSAKIS/AFP/Getty Images)
  • Mondo
  • domenica 2 Luglio 2017

Il Canada ha compiuto 150 anni, e ha festeggiato

Fuochi d'artificio, concerti, «la più grande foglia d'acero vivente» e Justin Trudeau, ovviamente

Il discorso di Justin Trudeau a Ottawa per le celebrazioni dei 150 dall'indipendenza del Canada (CHRIS ROUSSAKIS/AFP/Getty Images)

Ieri il Canada ha festeggiato i 150 anni della sua esistenza: il primo luglio 1867, con il Constitution Act, fu proclamata la nascita del paese, che fino ad allora era una colonia britannica e comprendeva solo quattro delle attuali province, cioè l’Ontario, il Quebec, la Nova Scotia e New Brunswick. L’anniversario è stato celebrato in tutto il paese e in modo particolare nella capitale Ottawa, dove 25mila persone si sono radunate davanti al Parlamento nonostante la pioggia e hanno assistito a un grande spettacolo di fuochi d’artificio. C’è stato un concerto di artisti canadesi, a cui hanno partecipato anche Bono e The Edge degli U2, una cerimonia di assegnazione della cittadinanza a un gruppo di nuovi canadesi e una performance del Cirque du Soleil, che è canadese.

Il primo ministro canadese Justin Trudeau ha ricordato che per alcuni cittadini canadesi, le popolazioni indigene, non si è trattato di un giorno di festa dato che il primo luglio 1867 segnò l’inizio di secoli di «razzismo e oppressione». Per questo, ha detto Trudeau, i canadesi devono «riconoscere quanto avvenuto e chiedere scusa per gli sbagli del passato».

Un gruppo di giovani nativi canadesi ha eretto una tenda teepee vicino al Parlamento come «ri-occupazione» di protesta contro i festeggiamenti: il 30 giugno Trudeau è andato a parlare con loro all’interno della tenda.

Tra le varie forme di celebrazione c’è stata anche la creazione della «più grande foglia di acero vivente»: a Winnipeg, la capitale della provincia del Manitoba, nel sud del paese, un gruppo di persone vestite di rosso si è messo al centro di un incrocio e si è posizionato in modo da riprodurre la forma del simbolo del Canada.

Tra le persone che hanno partecipato alle celebrazioni c’erano anche il principe Carlo del Regno Unito e sua moglie, Camilla Parker Bowles. Il Canada fa tuttora parte del Commonwealth britannico e la regina Elisabetta II è anche la regina del Canada, e quindi il capo di stato del paese. Il Canada è diventato indipendente dal Regno Unito nel 1931 e solo nel 1982 è stato completato il passaggio di poteri dal Parlamento britannico a quello canadese.