(Tim Boyle/Newsmakers)

Forse non ve ne siete accorti, ma questi attori hanno smesso di recitare

Da quanto tempo non esce un nuovo film con Cameron Diaz?

(Tim Boyle/Newsmakers)

Pochi giorni fa Daniel Day Lewis, l’unico attore ad aver vinto tre premi Oscar come Miglior attore, ha annunciato che non reciterà più. Il suo ultimo film – a meno che non cambi idea – sarà Phantom Thread di Paul Thomas Anderson, il regista che l’ha diretto in una delle sue interpretazioni più famose (per cui vinse uno degli Oscar), quella del Petroliere. Lewis si era già ritirato per qualche anno alla fine degli anni Novanta, quando andò a fare il calzolaio a Firenze: Martin Scorsese lo convinse a tornare a recitare, per Gangs of New York. Scorsese è bravo in queste cose: l’ha fatto anche con Joe Pesci, che tornerà a recitare dopo sette anni per The Irishman, il suo nuovo film di gangster. Un altro che non si fa vivo da un po’ è Jack Nicholson, che però ci sarà nella versione americana di Toni Erdmann. Ma di attori che più o meno ufficialmente si sono ritirati ce ne sono diversi, anche oltre ai casi più famosi, come quello di Gene Hackman: quant’è che non vedete un film con Cameron Diaz? E David Caruso, cioè Horatio Caine di CSI: Miami, lo sapete che fine ha fatto?

Cameron Diaz

Tra il 1996 e il 2014 Cameron Diaz ha fatto una media di due-tre film all’anno: è stata una delle attrici più famose e richieste degli anni Duemila, e anche se ha fatto soprattutto commedie poco impegnate, alcune sue interpretazioni sono state molto apprezzate, come quella in Essere John Malkovich, quella in Vanilla Sky o quella in Gangs of New York. Nel 2015, nonostante fosse apparentemente passato l’apice della sua carriera, è stata la terza attrice americana i cui film hanno incassato di più, dopo Scarlett Johansson ed Emma Watson: soprattutto grazie al successo di Sex Tape, ma anche per Tutte contro lui – The Other Woman e Annie – La felicità è contagiosa, usciti tutti l’anno precedente. Ma dopo quei tre film non ne ha più fatti né ne ha in programma: recentemente ha spiegato di essersi resa conto di non poter «dire chi ero davvero». Nel frattempo ha scritto due libri, uno sul fitness e un altro sull’invecchiamento, e ha sposato il cantante dei Good Charlotte Benji Madden.

US-ENTERTAINMENT-HOLLYWOOD-COSTUME-LUNCHEON-ARRIVALS

Sean Connery

Probabilmente il più famoso e amato attore che non vediamo più recitare è Sean Connery, che ha concluso (almeno per ora) la sua gloriosa carriera da attore nel 2003, con La leggenda degli uomini straordinari, un film fantasy e d’azione che ricevette critiche tremende. Confermò poi di essersi ritirato nel 2006, smentendo che sarebbe comparso nel nuovo Indiana Jones perché «la pensione è così dannatamente divertente». Il suo amico Michael Caine ha detto che è stata l’industria cinematografica a mandare in pensione Connery – che, va ricordato, ha 86 anni – perché «non voleva fare piccole parti di uomini anziani, e nessuno gli offriva la parte del giovane protagonista nei film romantici».

2015 U.S. Open - Day 12

Rick Moranis

Dopo essere stato una delle facce più riconoscibile del cinema comico degli anni Ottanta, per le sue interpretazioni in La piccola bottega degli orrori, Ghostbusters, Balle spaziali e Tesoro, mi si sono ristretti i ragazzi, Rick Moranis ha smesso di recitare per via della morte di sua moglie, avvenuta per un cancro al seno nel 1991. Moranis disse che non riusciva a essere contemporaneamente il padre di due bambini e un attore di Hollywood, e che per questo aveva deciso prima di fare una piccola pausa, poi di prolungarla, per poi rendersi conto che recitare non gli mancava. Recentemente ha detto che non si è ufficialmente ritirato, e che potrebbe tornare a recitare: ha però rifiutato un cameo nel nuovo Ghostbusters.

attori-8

Jack Gleeson

Dopo essere riuscito a rendere Joffrey Lannister il personaggio più detestato di una serie piena di personaggi detestati come Game of Thrones, Gleeson ha deciso di rinunciare alla sua carriera da attore per studiare filosofia e teologia al Trinity College di Dublino. Ha spiegato che recita da quando aveva otto anni, e che «ho smesso di divertirmi come una volta. E ora c’è la possibilità di farlo come lavoro, mentre fino ad adesso è sempre stato qualcosa che facevo per passare il tempo con gli amici, o per divertirmi d’estate. Mi divertivo. Quando fai qualcosa di lavoro, la tua relazione con quella cosa cambia. Non è che lo odi, solo che non è quello che voglio fare».

RingCon 2015 in Bonn, Germany

Gene Hackman

Insieme a Connery, il più grande attore che potrebbe ancora recitare e non lo fa più è probabilmente Gene Hackman, che dopo decine di film tra gli anni Sessanta e i Duemila, cinque nomination agli Oscar di cui due vinti, per il migliore attore con Il braccio violento della legge e per il migliore attore non protagonista per Gli spietati, si è ritirato definitivamente nel 2004. Da allora in molti hanno provato a fargli dire che tornerà a farlo, ma lui è sempre stato piuttosto categorico. «È un business molto stressante per me. I compromessi che devi fare nei film sono solo parte del dramma, ed ero arrivato a un punto in cui non mi sembrava più la cosa che volevo fare», ha spiegato una volta. Oggi ha 87 anni, in questi anni ha scritto tre romanzi storici.

attori-3

Amanda Bynes

All’inizio degli anni Duemila negli Stati Uniti Amanda Bynes era dappertutto: The Amanda Show, il suo programma per adolescenti sul network Nickelodeon era visto da milioni di persone, così come la successiva serie Le cose che amo di te. Cominciò a ottenere ruoli in film piuttosto importanti, come Hairspray – Grasso è bello, ed era considerata una delle più influenti giovani star di Hollywood. Ha fatto il suo ultimo film, Easy Girl, nel 2010, poi ha scritto su Twitter: «Se non mi piace più qualcosa smetto di farlo. Non mi piace più recitare, quindi ho smesso di farlo». Negli ultimi anni ha fatto parlare di sé soprattutto sui giornali di gossip, a volte per avere guidato in stato di ebbrezza. Ma pochi giorni fa in un’intervista ha detto di essersi rimessa in sesto e di voler tornare a recitare.

2011 MTV Movie Awards - Arrivals

Sidney Poitier

Sidney Poitier è stato l’attore afroamericano più importante di sempre: fu il primo a vincere un Oscar come migliore attore, in un periodo, la prima metà degli anni Sessanta, in cui le discriminazioni erano ancora fortissime e i matrimoni tra bianchi e neri erano vietati in molti stati americani, e le leggi Jim Crow dovevano ancora essere completamente abolite. Recentemente ha compiuto novant’anni ma non recita in un film per il cinema dal 1997, quando fece il capo dell’FBI in The Jackal, con Bruce Willis e Richard Gere. Nel 2001 comparve ancora in un film per la televisione, e poi più niente. Niente davanti a delle telecamere, almeno: ha lavorato con le Nazioni Unite e ha ricevuto la Medaglia presidenziale della libertà, che non è esattamente “niente”.

Brigitte And Bobby Sherman Children's Foundation's 6th Annual Christmas Gala And Fundraiser

David Caruso

David Caruso è uno di quei casi in cui un attore viene identificato con i suoi personaggi, ed è difficile dividere attore e finzione: è stato Horatio Caine, il detective di CSI: Miami, e John Kelly, il detective di NYPD Blue. Ma da quando è finito CSI: Miami, Caruso non ha più fatto niente, né al cinema né in televisione. Mentre la gente si chiedeva come mai, diversi registi e produttori che hanno fatto film e serie con lui in passato hanno provato a spiegare che aveva un caratteraccio e che lavorarci insieme era molto complicato.

Longines Los Angeles Masters - Day 4