ANSA/ORIETTA SCARDINO
  • Mondo
  • giovedì 25 Maggio 2017

Il programma del G7 di Taormina

Si terrà fra il 26 e il 27 maggio, in mezzo a misure di sicurezza notevoli: le cose da sapere

ANSA/ORIETTA SCARDINO

Fra il 26 e il 27 maggio a Taormina, in provincia di Messina, si terrà il G7, cioè la riunione dei capi di stato e di governo di sette dei paesi più ricchi e importanti al mondo. Parteciperanno i capi di stato e di governo di Stati Uniti, Regno Unito, Francia, Canada, Italia, Giappone e Germania. Sarà il primo G7 per cinque capi di questi, cioè tutti tranne la cancelliera tedesca Angela Merkel e il primo ministro giapponese Shinzo Abe. I temi di cui si discuterà saranno sostanzialmente tre: sicurezza – a maggior ragione dopo l’attentato di Manchester di lunedì – sostenibilità economica e innovazione (qui c’è il programma completo). L’ultimo incontro del G7 si è tenuto nel maggio 2016 a Krün, in Baviera.

La scelta di Taormina è stata annunciata lo scorso luglio dall’allora presidente del Consiglio Matteo Renzi. La riunione avrebbe dovuto inizialmente tenersi a Matera. Tra i motivi che hanno spinto il governo a cambiare idea è stata spesso citata la necessità di tenere viva l’attenzione mediatica mondiale sull’immigrazione: molti migranti vengono salvati nel Mediterraneo centrale e trasportati poi proprio in Sicilia.

Per tutelare la sicurezza dell’evento, da dieci giorni è in vigore una direttiva del capo della polizia Franco Gabrielli che stabilisce una serie di restrizioni speciali. Fra le altre cose c’è un blocco quasi totale degli ingressi in città – potranno entrare solamente i residenti – e delle barche nel tratto di mare della città. In tutto saranno coinvolti nelle operazioni di sicurezza circa 7.000 fra soldati e agenti delle forze dell’ordine. Per il 27 maggio è prevista una manifestazione contro il vertice a Giardini Naxos, una piccola città di mare a pochi chilometri da Taormina.