(Da "Il Signore degli Anelli - Le due torri")
  • Video
  • Questo articolo ha più di cinque anni

Breve lezione su come si gira una battaglia per un film

Citando come esempio quella apprezzatissima del Fosso di Helm in "Il Signore degli Anelli - Le due torri"

Evan Puschak è un esperto di cinema noto soprattutto per il suo canale YouTube “Nerdwriter1”: in un recente video ha spiegato e mostrato i motivi per cui la lunga battaglia più o meno a metà di Il Signore degli Anelli – Le due torri (il secondo dei tre film) è ritenuta, da lui e da molti, una delle migliori scene di battaglia della storia del cinema. Secondo Puschak è soprattutto una questione di ritmi e tempi. La battaglia del film (quella del Fosso di Helm) è infatti una specie di film nel film (tra l’altro più o meno alla metà esatta della trilogia) ed è strutturata come un film: si inizia con un incidente scatenante, poi arrivano problemi sempre più grandi, parziali vittorie, altri problemi e poi, alla fine, la vittoria vera.

Tra le cose raccontate da Puschak nelle scene che riguardano la battaglia del Fosso di Helm (che dura quasi 40 minuti):

  • Il silenzio prima della battaglia, che ricorda quelli di C’era una volta il West di Sergio Leone
  • I colori: scuri (con tantissimi blu), e poi bianchi, alla fine, quando le cose migliorano
  • Un grafico che mostra come le cose si mettano malissimo, appena prima del trionfo finale
  • I tanti contrasti: soprattutto quello tra il reale e il mitico (o il fantastico)
  • Quella scena finale: tutta bianca, con quel cavallo