Stevens, Pennsylvania - 14 marzo 2017 (Mark Makela/Getty Images)

Un pezzo di Stati Uniti sotto la neve

Le fotografie scattate dopo la tempesta che martedì ha colpito il nord est degli Stati Uniti

Stevens, Pennsylvania - 14 marzo 2017 (Mark Makela/Getty Images)

Martedì una tempesta di neve ha colpito tutta la zona del nord est degli Stati Uniti, imbiancando le città in un periodo dell’anno in cui siamo meno abituati a vederle con la neve. Le scuole sono rimaste chiuse, migliaia di voli sono stati cancellati, 200mila abitazioni sono rimaste temporaneamente senza elettricità e la città di New York ha dichiarato la stato di emergenza, anche se alla fine tra pioggia e nevischio sono caduti circa 17 centimetri di neve (molti meno dei 50 previsti dai meteorologi). La situazione era più seria a nord e a ovest della città e nel New England: lungo il confine tra gli stati di New York e Pennsylvania sono caduti quasi 80 centimetri di neve. Nelle prossime ore la tempesta potrebbe portare a nuove nevicate e forti venti, ma di minore intensità rispetto a ieri.

Le foto mostrano bene cosa succede in questi casi, tra chi si dà da fare per pulire le strade, chi si gode il caldo all’interno dei locali e chi ne approfitta per fare passeggiate più suggestive.