Il video dell’analista di BBC interrotto dai figli ha anche un lato triste

La donna che si precipita a portare i bambini fuori dalla stanza è stata scambiata da molti per la tata, per via dei suoi tratti asiatici: invece è sua moglie

In uno dei video che più sono circolati online questi giorni, l’analista Robert E. Kelly, professore di relazioni internazionali che lavora in Corea del Sud, viene interrotto dai suoi due figli piccoli durante un collegamento via Skype con BBC.Il video è particolarmente divertente per diverse ragioni, fra cui la camminata buffa della bambina che entra nella stanza e l’imbarazzo evidente di Kelly: un altro dei motivi per cui il video è così divertente è che a un certo punto si vede una donna precipitarsi dentro la stanza e cercare in tutti i modi di portare via i bambini. La donna si chiama Jung-a Kim, è sudcoreana ed è la moglie di Kelly, ma in molti – compreso anche qualche giornale – l’hanno scambiata per una tata o una babysitter per via dei suoi tratti asiatici, sulla base di uno stereotipo un po’ sgradevole.

Nei paesi occidentali non è raro che le donne che provengono dal sudest asiatico trovino lavoro come tate o badanti, ma negli stessi paesi sono spesso presenti migliaia di altre donne che studiano all’università, oppure hanno dovuto trasferirsi proprio per ragioni lavorative. Nel video, inoltre, non c’era nessun elemento che suggerisse che Jung-a Kim fosse una tata, dato che compare solamente per pochi secondi, senza parlare o interagire con Kelly: nonostante questo, in molti sui social network hanno supposto che fosse una dipendente di Kelly, e fra loro anche qualche giornale (fra cui Time, che successivamente ha corretto il proprio articolo). Phil Yu, un popolare blogger americano che si occupa soprattutto di discriminazioni e stereotipi sugli asiatici, ha spiegato al Los Angeles Times che «secondo lo stereotipo, le donne asiatiche sono servili, passive e impiegate in qualche ruolo di servizio; le persone hanno fatto subito questa supposizione».

Lo screenshot dell’articolo di Time, prima che venisse modificato: in inglese, “nanny” significa “tata”. Più sotto, alcuni commenti delle persone che hanno frainteso l’identità di Kim

time

Schermata 2017-03-12 alle 09.10.26

Schermata 2017-03-12 alle 09.10.13

Schermata 2017-03-12 alle 09.24.02

Come ha scritto BBC, qualcuno potrebbe aver pensato che la donna potesse essere la tata dalla fretta con cui ha portato i bambini fuori dalla stanza, o che forse aveva a che fare con la paura di perdere il proprio lavoro. Altri invece hanno fatto notare che il modo confidenziale e un po’ brusco con cui i bambini vengono trascinati via ricorda più quello di una madre. Che Jung-a Kim fosse la moglie di Kelly, comunque, lo si poteva scoprire anche solo cercando fra i suoi tweet: nel 2012, Kelly ha twittato una foto di una donna molto simile a quella che si vede nel video, e che descrive come “mia moglie”.