(JENS KALAENE/dpa)

Carofiglio e il PD

Lo scrittore dice che Matteo Renzi non gli ha mai offerto di entrare nella segreteria del partito, come tutti i giornali hanno scritto negli ultimi giorni

(JENS KALAENE/dpa)

Da diverse settimane si parla della volontà del segretario del PD Matteo Renzi di rinnovare la segreteria del suo partito e i giornali pubblicano notizie e indiscrezioni su quali saranno i nomi che sceglierà per ricoprire i vari incarichi all’interno della dirigenza del PD. Tra gli altri, i giornali hanno parlato spesso dello scrittore ed ex magistrato Gianrico Carofiglio, nominato come potenziale candidato la prima volta almeno dieci giorni fa. Oggi, in un’intervista al Corriere della Sera, Carofiglio ha negato di essere stato contattato per ricoprire un ruolo nella segreteria.

«Matteo Renzi non mi ha mai chiesto di entrare nella segreteria del PD»

Carofiglio è stato senatore del PD nella XVI legislatura, quella iniziata nel 2008 e terminata nel 2013. In un’intervista a Repubblica, disse di non aver mai votato Renzi alle primarie del partito, ma espresse comunque apprezzamento per il lavoro del segretario e del suo governo.

Al Corriere, Carofiglio ha detto: «Sono interessato alla politica, ma in una prospettiva di coerenza con chi sono e con quello che faccio». Carofiglio è sembrato interessato al ministero della Giustizia, un ruolo che, ha detto, gli è spesso stato offerto in passato: «Ed io ho sempre risposto di no, in passato. Ma adesso è diverso. Adesso c’è come ministro della Giustizia Andrea Orlando che sta facendo un buon lavoro e il suo successore si troverà a gestire una situazione meno complicata».