“Come è profondo il mare”, il documentario di Sky Atlantic

Andrà in onda domenica: è il terzo della serie "Il racconto del reale", e racconta il naufragio del 2015 in cui morirono 970 migranti

Una scena del documentario "Come è profondo il mare" in cui due sommozzatori della Marina Militare raggiungono l'imbarcazione naufragata nel Canale di Sicilia il 18 aprile 2015 (Sky Atlantic)

Il racconto del reale è una serie di 18 documentari che Sky Atlantic, il canale di Sky dedicato alle serie tv, ha cominciato a trasmettere dal 13 novembre. L’ultimo, Come è profondo il mare, andrà in onda domenica 27 novembre alle 23.15: racconta del naufragio di un’imbarcazione che trasportava migranti avvenuto il 18 aprile 2015 al largo delle coste della Libia. È stato il più grave naufragio avvenuto nel mar Mediterraneo negli ultimi anni: morirono 970 persone e ci furono solo 28 superstiti. Per più di un anno il relitto dell’imbarcazione non è stato recuperato e centinaia di corpi sono rimasti sul fondo del Canale di Sicilia, a 370 metri di profondità.

Come è profondo il mare dura 50 minuti. È stato diretto da Mauro Parissone e prodotto da 42° Parallelo. Tra le cose che si vedono nel film ci sono i video registrati dagli stessi migranti e le riprese, finora inedite, dell’operazione con cui la Marina Militare ha recuperato i corpi dei migranti morti nel naufragio. Il documentario però non parla solo del naufragio del 18 aprile 2015, ma anche di altre persone che sono morte cercando di attraversare il Mediterraneo: solo negli ultimi 36 mesi si stima che siano state 10mila.

Come è profondo il mare sarà trasmesso anche su Sky Atlantic HD e nei prossimi mesi sarà disponibile su Sky On Demand e su SkyGo, il servizio di streaming di Sky, insieme agli altri documentari di Il racconto del reale. La serie è stata fatta mettendo insieme produzioni diverse, di diversi registi, abbinate tra loro perché ritenute capaci di «raccontare l’attualità con un linguaggio contemporaneo e senza filtri», paragonabile per certi versi a quello delle serie tv. I prossimi documentari che saranno trasmessi sono Spes contra spem – Liberi dentro sul tema dell’ergastolo, che andrà in onda il 4 dicembre, e Papa Francesco: come Dio comanda, l’11 dicembre. Prima di Come è profondo il mare sono stati trasmessi L’ultimo stadio, sempre di Mauro Parissone, e Selfie-Surgery – Vorrei essere il mio avatar di Beatrice Borromeo.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.