Alberto Rollo lascia Feltrinelli e va da Baldini & Castoldi

Dal 2017, dopo aver diretto la narrativa italiana della casa editrice dal 2009 e lavorato con Tabucchi, Benni e Baricco, tra gli altri

Alberto Rollo (Trailer Italia)

Da gennaio 2017 il direttore letterario di Feltrinelli Alberto Rollo passerà a dirigere la casa editrice Baldini & Castoldi. Rollo ha 65 anni e ha lavorato per Feltrinelli per 22 anni; prima di essere direttore letterario – cioè la figura che sceglie quali libri pubblicare in casa editrice – si è occupato dei libri tascabili di Feltrinelli. Era diventato direttore letterario nel 2009 ed è anche traduttore di narrativa in lingua inglese: tra gli autori di cui ha tradotto i libri c’è Jonathan Coe. Tra gli scrittori con cui ha lavorato nel corso della sua carriera in Feltrinelli ci sono Antonio Tabucchi, Gianni Celati, Stefano Benni, Alessandro Baricco e Simonetta Agnello Hornby. Al Corriere della sera Michele Dalai e Filippo Vannuccini hanno detto che con il nuovo direttore editoriale vogliono impegnarsi a fare libri di qualità: «Cercare e pubblicare buoni, ottimi libri».

A ottobre Alberto Rollo ha anche pubblicato il suo primo libro, un romanzo autobiografico intitolato Un’educazione milanese, uscito per la casa editrice pugliese Manni. Il posto di responsabile della narrativa italiana di Feltrinelli sarà preso dall’editor Laura Cerutti, che prima di arrivare a Feltrinelli nel 2015 era caporedattrice da Mondadori.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.