Come sono i siti internet in Corea del Nord

Di solito da qui sono inaccessibili ma un errore ha permesso di visitarli per qualche ora: sono 28 e sono proprio come ve li immmaginate

Per via di un errore legato alla configurazione dei server che ospitano i siti internet della Corea del Nord, qualche giorno fa quei siti sono diventatati visibili in tutto il mondo (normalmente non lo sono per chi non vive in Corea del Nord). Un ingegnere informatico se ne è accorto e ne ha parlato su GitHub, un sito per sviluppatori di software; qualcun altro lo ha raccontato su Reddit e subito dopo gli screenshot e i link ai siti internet della Corea del Nord hanno iniziato a circolare online. I siti non sono più accessibili. L’internet della Corea del Nord ha due peculiarità: è molto piccolo (i siti registrati con dominio .kp sono in tutto 28) ed è molto, molto anni Novanta. Che quando si parla di internet vuol dire essere molto, molto vecchio.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.