Fu Yuanhui con la medaglia di bronzo vinta nei 100 metri dorso(GABRIEL BOUYS/AFP/Getty Images)

La nuotatrice cinese Fu Yuanhui dopo una brutta gara: «Ieri mi sono cominciate le mestruazioni»

Fu Yuanhui ha spiegato con franchezza i motivi della sua gara deludente nella 4x100 mista alle Olimpiadi

Fu Yuanhui con la medaglia di bronzo vinta nei 100 metri dorso(GABRIEL BOUYS/AFP/Getty Images)

La nuotatrice cinese Fu Yuanhui, già medaglia di bronzo nei 100 metri dorso femminili alle Olimpiadi di Rio e che aveva fatto parlare di sé per un’esuberante intervista post-gara, ha ricevuto diversi complimenti dopo aver risposto con franchezza a una domanda sulla sua brutta prestazione nella finale della staffetta 4×100 mista di lunedì 15 agosto, dove la Cina è arrivata quarta, attribuendola alle mestruazioni che erano cominciate la notte precedente la gara. Uscita dalla piscina dopo la gara, Yuanhui è stata intervistata dall’inviata della televisione di stato CCTV, che le ha chiesto se avesse sofferto di dolori allo stomaco durante la gara. Yuanhui ha detto:

«È perché ieri mi sono cominciate le mestruazioni. Ma non è una scusa, non ho nuotato abbastanza bene»

La risposta di Yuanhui è stata molto apprezzata dai suoi tifosi in Cina, un paese dove – ha spiegato il Guardian – le mestruazioni sono ancora una cosa di cui si parla poco e dove meno del 2 per cento delle donne usa gli assorbenti interni, quelli necessari per esempio per fare sport.

Leggi anche: Cosa sono davvero le mestruazioni

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.