(ANSA/ DANIEL DAL ZENNARO)

«Oggi è peggio di ieri»

Antonio Conte, su quanto fa male ripensare alla sconfitta contro la Germania

(ANSA/ DANIEL DAL ZENNARO)

Domenica 3 luglio l’allenatore dell’Italia Antonio Conte ha tenuto una conferenza stampa in cui ha parlato della sconfitta dell’Italia contro la Germania, avvenuta dopo nove rigori ai quarti di finale degli Europei di calcio. Tra pochi giorni Conte andrà ad allenare il Chelsea e il suo posto sarà preso da Giampiero Ventura, che ha 68 anni e nelle ultime stagioni ha allenato il Torino. Parlando ai giornalisti Conte ha ringraziato «i ragazzi» dicendo che è stato «veramente un grande onore allenarli» perché gli hanno dato «veramente tutto quello che avevano». Durante la conferenza stampa, Conte poi ha fatto capire quanto fa male ripensare il giorno dopo alla sconfitta contro la Germania. Dopo qualche secondo di silenzio, ha detto:

«Buongiorno a tutti. Oggi… Oggi è peggio di ieri. […] Sono emotivamente molto coinvolto, forse ancora di più oggi rispetto a ieri perché realizzi no? Che… Che è finita.»

«Mi auguro che sia un arrivederci e non un addio», ha poi detto Conte.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.