(Brian Blanco/Getty Images)

Donald Trump e la sua dichiarazione dei redditi

Ha detto che lotta più che può per pagare meno tasse possibile, e che comunque non è una questione che riguarda gli elettori

(Brian Blanco/Getty Images)

Il 13 maggio Donald Trump – il candidato designato del partito Repubblicano per le elezioni presidenziali americane di novembre – è stato intervistato da Good Morning America, un popolare programma televisivo del canale ABC. A una domanda sulla sua dichiarazione dei redditi, Trump ha risposto:

Non sono fatti vostri. La vedrete quando la pubblicherò. Ma lotto più che posso per pagare meno tasse possibile

I candidati presidenti degli Stati Uniti non sono obbligati a rendere pubblica la loro dichiarazione dei redditi, ma è una cosa che fanno tutti i principali candidati da decine di anni. Al conduttore di Good Morning America che gli ha chiesto se non ritenesse che gli elettori avessero il diritto di sapere quanto paga di tasse Trump ha detto: «Non penso che ce l’abbiano [il diritto]». Trump ha anche spiegato che la sua dichiarazione dei redditi è al momento in una fase di controllo ordinario e che quando questo controllo sarà finito renderà tutto pubblico. Non è però detto che la pubblicazione avverrà prima delle elezioni, che si terranno l’8 novembre 2016.