(Chris Jackson/Getty Images)

Facebook cambia di nuovo la sezione Notizie

Terrà conto del tempo trascorso a leggere gli articoli per decidere quali farci vedere e non mostrerà più post in fila dalla stessa fonte

(Chris Jackson/Getty Images)

Facebook ha annunciato di avere messo nuovamente mano alla sua sezione Notizie (Newsfeed), la lista dei post pubblicati da amici e Pagine, la prima cosa che ognuno di noi vede quando si collega al social network. Il funzionamento della sezione viene aggiornato periodicamente con l’obiettivo di mostrare contenuti più rilevanti e personalizzati a ogni iscritto, ma in passato ci sono state polemiche e critiche sulla frequenza e l’efficacia di queste modifiche, soprattutto da parte di chi gestisce le Pagine e cerca di raggiungere il maggior numero possibile di lettori. Le novità questa volta riguardano i tempi di lettura di ogni articolo, che rientrano nei criteri per stabilire se i contenuti mostrati siano più o meno rilevanti per chi li vede, e nuove soluzioni per mostrare diversamente i post pubblicati da una Pagina, in modo da non vederli uno in fila all’altro nella sezione Notizie.

Man mano che lavoriamo per migliorare la nostra sezione Notizie (Newsfeed), aggiungiamo degli aggiornamenti per fare in modo di mostrarvi e mettere in evidenza i contenuti più rilevanti. Parte di questo lavoro consiste nel chiedere a migliaia di persone di dare un voto alla loro esperienza ogni giorno, e di dirci come possiamo migliorare ciò che vedono quando vanno su Facebook: lo chiamiamo il Programma Qualità del Feed. Da queste conversazioni abbiamo imparato che le cose che le persone fanno su Facebook – inserimenti di link, clic, commenti, condivisioni di post – non ci danno sempre un quadro completo su ciò che è più rilevante per loro.

Per esempio, abbiamo scoperto che ci sono alcune storie su cui le persone non mettono “Mi piace” o inseriscono commenti, ma che comunque vogliono vedere, come articoli su qualcosa di importante che sta succedendo o notizie non buone su un amico. Sulla base di questa osservazione, avevamo già aggiornato la sezione Notizie per modularla su quanto tempo viene impiegato per leggere un post, a prescindere dal fatto se sia stato poi aperto o meno l’articolo collegato. Sempre in passato, abbiamo aggiornato il sistema per tenere conto delle volte in cui qualcuno clicca su un articolo e torna subito indietro, cosa che spesso accade quando si finisce su un articolo diverso dalle proprie aspettative create dal titolo.

Tempo trascorso a guardare i contenuti
Lavorando su quanto già fatto, stiamo imparando che il tempo impiegato per leggere o guardare un contenuto sul quale si è cliccato dalla sezione Notizie è importante per gli utenti. Stiamo quindi aggiungendo un altro fattore che serve per prevedere quanto tempo passerete su un articolo nel browser di Facebook o in un articolo istantaneo dopo che ci avete cliccato sopra dalla sezione Notizie. Questo aggiornamento terrà conto di quanto sia probabile che vogliate cliccare su un articolo e passarci del tempo sopra. Nel conteggio non saranno compresi i tempi di attesa per il caricamento dei contenuti: terremo conto solo del tempo trascorso a leggere e guardare ogni contenuto dopo il suo pieno caricamento. Terremo anche in considerazione il tempo passato su una porzione del contenuto, in modo da non privilegiare gli articoli più lunghi e che richiedono più tempo per essere letti rispetto agli altri.

Con questa modifica, possiamo capire meglio quali articoli potrebbero interessarvi di più sulla base di quanto tempo voi e gli altri dedicate a queste cose, in modo da offrirvi storie interessanti da leggere. Il cambiamento riguarda solo i tempi di lettura e non se si tratti di leggere un articolo istantaneo o un articolo nel browser.

Post delle Pagine
Abbiamo anche ricevuto indicazioni dagli utenti sul fatto che preferiscono leggere articoli da un’ampia serie di Pagine, e che a volte la sezione Notizie diventa ripetitiva quando ci sono troppi articoli da una stessa fonte uno sotto all’altro. Stiamo lavorando a un aggiornamento per risolvere il problema.

Tutto questo avrà conseguenze sulla mia Pagina?
Abbiamo iniziato a diffondere il nuovo aggiornamento e ci continueremo a lavorare nel corso delle prossime settimane. Diciamo già in anticipo che la maggior parte delle Pagine non noterà cambiamenti significativi. Alcune Pagine potrebbero notare un aumento nel traffico, mentre altre lievi riduzioni.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.